Donnarumma, il Gigio ritrovato: solo 3 gol subiti nel 2019

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Nel Milan in grado di raggiungere l’attuale terzo posto in classifica nel campionato di Serie A una menzione speciale merita il reparto difensivo di mister Gattuso. Il 2019 fino ad ora esaltante della formazione rossonera è passato principalmente da una solidità difensiva che dalle parti di Milanello non si vedeva da parecchi anni ormai. Gattuso è riuscito ad infondere ai propri giocatori quella dedizione e quello spirito di sacrificio che stanno rendendo la porta del Milan davvero impenetrabile. Oltre ai gol del nuovo bomber rossonero, Piatek, i tifosi milanisti devono ringraziare per l’ottimo momento della squadra l’intero pacchetto arretrato della formazione del Milan e su tutti il tanto in passato discusso Gianluigi Donnarumma.
Il giovane portiere originario di Castellamare di Stabia, dopo un inizio di stagione non esaltante, ha cambiato decisamente passo e le sue prestazioni sono tornate ad essere quelle di quando non ancora maggiorenne incantava i tifosi del Milan nelle sue prime apparizioni con la maglia del Diavolo. Oggi Donnarumma è tornato ad essere l’arma in più del Milan, l’uomo che grazie alle sue parate è riuscito a sospingere la squadra fino all’attuale terzo posto in classifica con tanto di sorpasso sui cugini nerazzurri.
Le ultime partite hanno esaltato Donnarumma che, grazie anche all’apporto di un reparto arretrato che ha ritrovato anch’esso solidità grazie alla crescita di Romagnoli, ha di fatto chiuso la porta del Milan: il giovane portiere rossonero è stato decisivo a Roma con parate strepitose che hanno assicurato ai rossoneri il pareggio contro la formazione giallorosa di Di Francesco,  sicuro contro Cagliari e Empoli fino all’ultima partita di campionato contro il Sassuolo in casa quando Donnarumma è tornato ad essere decisivo con parate eccezionali. La difesa del Milan è tornata ad essere un fortino quasi inespugnabile tanto che i rossoneri da gennaio hanno incassato solo 3 reti in 11 partite, solo 2 subite in 8 match di campionato da Zaniolo e Freuler.  Un traguardo raggiunto proprio grazie alle prestazioni di Donnarumma che anche mentalmente sembra essere cresciuto molto negli ultimi mesi: da tempo il giovane portiere rossonero non ha più i blackout che ne hanno macchiato le prestazioni nelle passate stagioni e da questo punto di vista eccezionale si sta rivelando il ruolo di Reina, arrivato la scorsa estate a parametro zero dal Napoli e vero “tutor” del portiere italiano. Grazie alle sue prestazioni Donnarumma si è meritato ad oggi lo scettro di miglior portiere d’Europa essendo proprio l’estremo difensore meno battuto dei principali tornei continentali.  Le prestazioni da top player di Donnarumma stanno spingendo inoltre la società rossonera ad anticipare i tempi per il rinnovo di contratto del giovane portiere.
Stando a quanto viene riportato da Sportmediasetsono già in corso delle trattative per il rinnovo contrattuale di Donnarumma,  attualmente legato al Milan fino al 2021. A facilitare le trattative, che potrebbero avere una forte accelerata la prossima estate, sono anche gli ottimi rapporti tra Leonardo e l’agente di Donnarumma, Mino Raiola, con l’obiettivo della dirigenza rossonera che sarà quello di prolungare il contratto del portiere fino al 2024 con un ritocco al rialzo degli attuali 6 milioni di ingaggio del giovane rossonero.

Leggi anche:  Chiellini lancia la stoccata a Ronaldo sull'addio alla Juventus
  •   
  •  
  •  
  •