Infortunio Caldara, è emergenza difesa per Gattuso in Milan-Bologna

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

“Maledizione” Caldara per il Milan. Il fiore all’occhiello della campagna acquisti della scorsa estate della società rossonera, che aveva acquistato l’ex difensore dell’Atalanta dalla Juventus insieme ad Higuain nel maxi scambio che riportò Bonucci a Torino, ha chiuso ieri in anticipo la propria sfortunatissima stagione. Caldara, infatti, nel corso dell’allenamento in vista della gara di lunedì sera contro il Bologno ha subito un grave infortunio al ginocchio sinistro e per lui si prevede un altro lungo stop dopo quello dello scorso ottobre.

Tegola Caldara per Gattuso, stagione finita per l’ex Juventus.

Il difensore centrale del Milan Andrea Caldara ha subito nel corso dell’allenamento di giovedì la rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro che di fatto pone fine in anticipo alla stagione dello sfortunato ex Atalanta.  Caldara dopo un innaturale movimento del ginocchio ha avvertito immediatamente un forte dolore ed ha abbandonato in stampelle il centro sportivo di Milanello. In serata il trasferimento presso la clinica romana di Villa Stuart dove è arrivata l’infausta diagnosi: rottura del crociato sinistro. Nella mattinata di oggi il giocatore è stato sottoposto ad una risonanza che dovrà confermare la prima diagnosi e successivamente sarà in programma, al massimo per domani, l’intervento chirurgico. In caso di diagnosi confermata i tempi di recupero per Caldara sarebbero molto lunghi: in casi del genere l’infortunio costringe chi lo subisce ad uno stop di circa sei mesi. Il difensore centrale, quindi, dovrebbe tornare il prossimo inverno inoltrato costringendo di fatto la società rossonera ad intervenire sul mercato per rinfoltire la rosa del Milan nel reparto difensivo. In tal senso appare del tutto possibile, allo stato attuale, il rinnovo del contratto del colombiano Zapata ( in scadenza a giugno) che sembrava invece essere destinato a fine stagione a lasciare il Milan.

Leggi anche:  Verona-Roma, probabili formazioni: ritorna Zaniolo

Caldara e Higuain, “maledizione” Juventus per il Milan.

L’esperienza rossonera di Caldara rischia di essere totalmente macchiata dalla sfortuna che sembra essersi accanita contro il giocatore ex Atalanta e Juventus. L’arrivo  del difensore la scorsa estate insieme all’attaccante Higuain ( ritornato a gennaio alla Juventus per essere girato al Chelsea) sembrava dover far fare al Milan quel salto di qualità necessario per colmare il gap con i top club del campionato di Serie A, Juventus e Napoli su tutte. Ma dieci mesi dopo l’esito dell’operazione di mercato che riportò a Torino Bonucci in cambio proprio di Caldara e Higuain può completamente definirsi fallimentare per il Milan. Il ventiquattrenne ex Atalanta aveva debuttato a settembre in Europa League ma si era subito fermato per un principio di pubalgia. Poi un’altra cattiva notizia a ottobre: durante un allenamento ancora un infortunio. Stavolta la diagnosi era stata peggiore: lesione parziale del tendine d’Achille e primo lungo stop della stagione. Dopo mesi di riposo forzato Caldara da qualche settimana era tornato ad allenarsi a pieno ritmo con il resto della squadra e Gattuso lo aveva riproposto da titolare nella sfortunata notte di Coppa Italia contro la Lazio. Adesso, una settimana dopo, un’altra cattiva notizia per Caldara con il nuovo infortunio che lo terrà lontano dai campi da gioco per diversi mesi.
Adesso in vista della sfida contro il Bologna Gattuso dovrà reinventarsi il reparto difensivo a causa dell’assenza di Romagnoli, Calabria e Conti, oltre a quella di Caldara. Il capitano rossonero dovrà scontare un turno di squalifica mentre Calabria e Conti saranno out a causa di problemi fisici. E così si va verso una difesa a quattro con Zapata e Musacchio centrali ed il rilancio a destra di Abate mentre sulla corsia sinistra agirà lo svizzero Rodriguez.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,