Mercato Atalanta, il riepilogo della settimana

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui

L‘Atalanta è partita a mille sul mercato. Percassi vuole mantenere fede alla parola data al suo allenatore Gasperini, costruendogli una rosa che possa davvero recitare la parte dell’underdog in Champions League la prossima stagione. Tra colpi fantastici e suggestioni,vediamo insieme le principali trattative che hano reso protagonista la Dea in questa settimana.

ATALANTA: MURIEL PRIMO COLPO, A CENTROCAMPO SI PUNTA IN ALTO

PORTIERI- La suggestione della settimana si chima Gianluigi Buffon. L’ex portiere della Juventus ha rescisso con il PSG ma ha dichiarato di voler giocare ancora una volta in Champions. Tornare In Italia però non era contemplato, e quindi il futuro del portierone nazionale sembra al Porto, dove sostituire un’altra leggenda come Casillas potrebbe ridargli quell’emozione che tanto ricrca da tempo.

DIFESA- In difesa la Dea è abbastanza coperta, ma l’unico che potrebbe essere sacrificato per via dei presunti colpi grossi che la società metterà in atto sembra Gianluca Mancini. Il ragazzo da tempo è seguito dalla Roma che in questa sessione estiva potrebbe perdere Manolas destinato al Napoli e quindi in seguito potrebbe tentare il blitz per il giovane centrale nerazzurro. Base d’asta non  meno di 20 milioni, ma la società è pronta ad ogni evenienza. Secondo varie testate autorevoli, il nome che circola come possibile erede del Mancio potrebbe essere Gian Marco Ferrari, difensore del Sassuolo che in ottica futura potrebbe crescere sotto la guida di Gasperini. In alternativa rimane Denis Vavro, gigante slovacco del Copenaghen già incontrato l’anno scorso ai preliminari di EL, il cui costo si aggira intorno ai 10-12 milioni, ma su di lui c’è forte la concorrenza della Lazio.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Atalanta: streaming e diretta tv Serie A

CENTROCAMPO- La zona nevralgica del campo è il reparto su cui la società sta maggiormente lavorando, per garantire agli stakanovisti De Roon e Freuler delle giuste sostituzioni.  Per Mario Pasalic si è pensato diu rinnovare il prestito per un altro anno, evitando quindi di spendere 15 milioni per il riscatto. Soldi che la società ha intenzione di investire per un profilo più dinamico e dal respiro internazionale. Malinovskyi piace ma le dichiarazioni rilasciate dal giocatore ucraino e dal presidente del Genk hanno creato una distanza economica tra le parti. Per questo motivo la società ha voluto virare su Seko Fofana, centrocampista dell’Udinese che piace moto a Gasperini e che conosce bene la Serie A. 15 milioni però sono troppi, ma si sta pensando di inserire qualche contropartita tecnica per abbassare il prezzo del cartellino. Ultimo nome, ma non per importanza è quello relativo a Fredy Guarin, vecchia conoscenza cdel calcio italiano che vorrebbe tornare dopo anni in Italia, e che sarebbe disposto a decurtarsi l’ingaggio pur di riassaporare la Champions League.

Leggi anche:  Udinese-Atalanta probabili formazioni: ecco le ultimissime

ATTACCO- In attacco i big non si muovono, anzi, il trio delle meraviglie da ieri è diventato un quartetto. Luis Muriel è il primo colpo della Dea: il colombiano arriva per 18 milioni (15+3 di bonus), contratto quinquennale da 1,5 milioni più bonus a stagione. Ma non è finita qui, perché i profili sono molteplici, e ancora si sta cercando colui che potrebbe far rifiatare bomber Zapata. Le piste Caprari e Defrel si sono raffreddate, visto che entrambi saranno utilizzati come contropartite dalle rispettive società. Pavoletti è il prediletto di Gasperini, ma il Cagliari da tempo fa muro pe rla cessione. Inglese tra una settimana tornerà ad essere un giocatore del Napoli, ma il Parma sembra intenzionatao ad aprire nuovamente i canali con la società partenopea per discuetere un altro prestito. L’allenatore lo rivuoel con sé, ma nel caso si concretizzasse il colpo Balotelli, allora anche Inglese potrebbe accasarsi altrove. Il Napoli però per il suo attaccante pretende sui 18-20 milioni, cifra che ancora non soddisferebbe l’Atalanta. A proposito di pupilli, nel fine settimana ecco spuntare il nome di Rodrigo Palacio, inseguito da anni dal Gasp, ma senza successo. I contatti ci sono stati, ma il giocatore avrebbe dato parola al Bologna di restare ancora un anno.

  •   
  •  
  •  
  •