Swansea-Atalanta: ecco chi sono i gallesi che affronterà la Dea

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui

Swansea-Atalanta sarà la prima amichevole ufficiale in terra inglese per la Dea. L’Atalanta è atterrata a Cardiff, città gallese forse ancora negli incubi notturni della Juventus, ma dove ancora non si è cessato di respirare l’aria della Champions League. Domani pomeriggio, infatti, lo Swansea affronterà in amichevole la squadra di Gasperini, al suo primo test a livello internazionale, per farsi già un’idea di cosa potrebbe riservare la competizione della Coppa dalle grandi orecchie. Sulla strada della dea quindi c’è lo Swansea, sicuramente non una delle squadre inglesi più ambite  e rinomate, ma che potrebbe rivelarsi un ottimo sparring partner domani. Conosciamo meglio insieme la squadra gallese avversaria dell’Atalanta.

SWANSEA-ATALANTA, TANTA UMILTÀ NEL SEGNO DI GUARDIOLA

I cigni inglesi hanno molta voglia di riscatto. Dopo una belal parentesi vissuta tra il 2011 e il 2018, culminata con la vittoria nel 2013 della Coppa di Lega, nella passata stagione è piombata in Premiership, dove ha consolidato un mestissimo decimo posto. Sulla carta, quindi, risulata una squadra nettamente inferiore sul pano tecnico rispetto all’Atalanta, ma da quest’anno la differenza potrebbe avere un nome: Steve.
La società gallese, infatti, ha voluto rinnovare le proprie speranze di riconquista della Premier League affidandosi all’ allenatore Steve Cooper, solo due anni fa campione con l’Inghilterra del Mondiale Under 17. Insieme a lui, decisivo potrebbe rivelarsi un altro Steve, questa volta Rands, per 7 anni analista al Manchester City e per questo ribattezzato come braccio destro di Pep Guardiola.
Sul piano dellla tifoseria, c’è da dire che sono veramente poche le squadre capaci di intimidire la caldissima tifoseria atalantina, e per questo motivo anche con lo Swansea non ci sarebbe partita, visto che conta tra i suoi adepti meno di 16mila tifosi, ma sul piano della fede per il momento possiamo dire che la dimostrano al pari di quella nerazzurra: la tifoseria, infatti, detiene il 21% delle quote della società, ottenute nel 2001, quando il club era pieno di debiti e in quarta categoria.
Infine, sul piano dell’organico, lo Swansea può vantare solo alcuni giocatori di prospetto: il difensore Olsson, appartenente alla nazionale svedese; passando per il numero 10 Celina, attaccante anche della Nazionale Kosovara, fino ad Andrè Ayew, punta di riferimento della nazionale ghanese.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Manchester United-Atalanta probabili formazioni: possibile novità in attacco
Tags: