Koulibaly squalificato per due turni: ma cosa ha detto all’arbitro?

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

stranieri in Serie ANon un ottimo momento in casa Napoli. La squadra azzurra, reduce dall’immeritata sconfitta casalinga contro il Cagliari, dovrà fare a meno di Kalidou Koulibaly per le prossime due giornate di campionato. Il leader della difesa partenopea, è stato fermato dal giudice sportivo per aver “Rivolto al direttore di gara, assumendo un atteggiamento irriguardoso, un’espressione gravemente ingiuriosa, reiterando tale comportamento mentre usciva dal campo”. Una vera “stangata” per tutto l’ambiente, che già si vede costretto a rinunciare, causa infortunio, ad alcuni elementi cardine nel ruolo: Maksimovic e Tonelli sono entrambi fermi ai box, tanto che Ancelotti sarà costretto a schierare Luperto al fianco di Chiriches.

Ma quali  sono state tali frasi ingiuriose? “Fai schifo!”, questo l’insulto che Koulibaly avrebbe rivolto al direttore di gara, Di Bello di Brindisi, per rimediare l’espulsione a fine gara. Una sanzione pesante che certifica un certo stato di tensione in casa partenopea. La vittoria all’esordio in Champions contro il Liverpool, pareva aver galvanizzato parecchio l’ambiente. La sconfitta di mercoledì, rischia invece di far perdere, agli azzurri, il contatto con la vetta della classifica. Una vetta della classifica che vede l’Inter saldamente al comando con un +6 sugli azzurri, che rischia ora di diventare un “macigno”. La sfida al Brescia sarà uno snodo fondamentale. Una partita da non sbagliare in nessun modo se non si vuole concedere a Juve e Inter la possibilità di una fuga in solitaria.

  •   
  •  
  •  
  •