Lazio, quella volta che De Vrij ti “costò” la Champions: prima volta da avversario per l’olandese

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

A volte ritornano. E’ il caso di Stefan De Vrij, perno della difesa a tre dell’Inter di Antonio Conte, che stasera, allo Stadio “Giuseppe Meazza” in Milano affronterà la Lazio, sua “ex” squadra dalla quale si è separato, non senza qualche polemica, due stagioni fa. L’avventura dell’olandese nella Capitale si concluse, anzi, nel peggiore dei modi: era il 20 maggio del 2018 e Lazio-Inter valeva, all’ultima giornata di campionato, l’accesso alla fase a gironi di Champions League. La Lazio aveva due punti di margine sugli avversari e le sarebbe bastato un solo punto per conquistare la tanto agognata qualificazione europea. Simone Inzaghi, a sorpresa, schierò proprio De Vrij al centro della difesa, nonostante il centrale fosse in procinto di passare proprio all’Inter a parametro zero. In molti si chiesero se l’olandese non potesse sentirsi condizionato da una situazione simile ma, nonostante ciò, il tecnico biancoceleste rassicurò i tifosi circa il massimo impegno da parte del suo “muro” difensivo. De Vrij, nel corso del match, si sarebbe poi reso protagonista in negativo con due distrazioni piuttosto gravi che avrebbero propiziato la doppietta di Icardi (rigore procurato ed errore in anticipo). Da allora, i destini della Lazio e di De Vrij non si sono più incrociati. Lo faranno stasera, in un match che potrebbe lanciare definitivamente i nerazzurri in classifica.

  •   
  •  
  •  
  •