Serie A, moviola della sesta giornata: domenica “no” per i nostri fischietti, salvati spesso dal VAR

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Sesta giornata di Serie A, che andrà a concludersi con il posticipo Torino-Parma di questa sera. Quello appena trascorso, rimane un week-end piuttosto negativo per le nostre terne arbitrali, cadute in errori marchiani un po’ su tutti i campi. Ma andiamo con ordine:

JUVENTUS-SPAL (PICCININI)

Giuste le ammonizioni a Igor e Khedira. Manca un giallo a Valdifiori per trattenuta su Ronaldo

SAMPDORIA-INTER (CALVARESE)

Il migliore tra i colleghi: giusto il secondo giallo a Sanchez per simulazione in area, e il gol annullato a Candreva per evidente fuorigioco. Non c’è penalty su un tocco di mano in area da parte di Brozovic (il braccio era attaccato).

SASSUOLO-ATALANTA (VALERI)
Match tranquillo per Valeri, comunque attento su diverse chiamate: rigore negato al Sassuolo, con Berardi che si lascia cadere su “contatto” di Djimsiti, mentre il gol di “rapina” da parte di Defrel è assolutamente regolare.

NAPOLI-BRESCIA (MANGANIELLO)
Giornata nera per lui, che ricorre al VAR sia per annullare la rete di Manolas (evidente tocco con il braccio), sia quella di Tonali (Bisoli fa fallo su Maksimovic). Completa l’opera un rigore negato ingiustamente al Napoli per contatto falloso di Chancellor su Llorente.

LAZIO-GENOA (PAIRETTO)

Male anche Pairetto che deve farsi aiutare dal VAR per annullare il 2-0 provvisorio della Lazio (Milinkovic interviene con un pestone su Cassata), ma non interviene altrettanto bene per annullare il primo gol sul quale, sempre Milinkovic, interviene in ritardo su Lerager.

UDINESE-BOLOGNA (GIUA)

Cosa non combina il fischietto di Olbia: non concede rigore al Bologna per fallo di Troost-Ekong su Orsolini (fra l’altro, il nigeriano entra col piede “a martello”). Manca un rosso  a Samir, già ammonito, che entra nettamente in ritard s Skov-Olsen. Male anche nella segnalazione del recupero: dei 5 minuti effettivi, ne fa giocare soltanto tre, dopo aver fermato il gioco al 93′.

LECCE-ROMA (ABISSO)
Erroraccio sul primo rigore non segnalato con Lucioni che se l’aggiusta di braccio per favrire l’intervento di Gabriel. Male anche la gestione dei cartellini: eccessive le ammonizioni a Zaniolo e M’khitaryan

CAGLIARI-VERONA (VOLPI)
Unico “neo”, che può costare caro, una trattenuta in area, non sanzionata, ai danni di Simeone.

MILAN-FIORENTINA (GIACOMELLI)
Anche lui molto bene: ottime le chiamate sui due rigori (Castrovilli e Chiesa vengono ambedue atterrati da Bennacer). Giusto il rosso a Musacchio: ma c’era davvero bisogno del VAR?

  •   
  •  
  •  
  •