Mondo del calcio in lutto: si è spento Giorgio Squinzi

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Mondo del calcio in lutto: è giunta poco fa la notizia della morte di Giorgio Squinzi, presidente del Sassuolo e storico proprietario della Mapei. L’imprenditore, che ha guidato Confindustria per 12 anni, si è spento pochi minuti fa, all’età di 76 anni, lasciando tutti gli sportivi italiani completamente sotto schock. Le cause della morte non sono ancora state divulgate. Sotto la sua presidenza, il club neroverde ha raggiunto il massimo apice della propria storia: dopo una lunga scalata partendo dalle categorie inferiori, il Sassol, così come viene chiamato in terra emiliana, si era conquistato sul campo l’accesso all’Europa League, grazie ad una trionfale cavalcata sotto la guida di Eusebio Di Francesco. Il mondo del calcio piange un uomo capace di dare vita a una favola tutta italiana: un club che, grazie ad investimenti graduali e mirati (tra cui l’acquisizione di uno stadio di proprietà), si è sempre più rinforzato, venendo ad essere una delle realtà più consolidate del calcio nostrano. Sotto la gestione Squinzi, sono passati alcuni degli uomini che hanno fatto la storia recente di questo sport, e della nostra Serie A in particolare. Oltre al già citato Di Francesco, il pensiero va, sicuramente, a Massimiliano Allegri, tecnico della promozione in B in grado, nella propria carriera, di raggiungere due finali di Champions. Uomini che Squinzi ha saputo scovare e coccolare, facendo di Sassuolo una delle realtà più apprezzate del nostro panorama calcistico.

  •   
  •  
  •  
  •