Brescia, Balotelli già al capolinea? Cellino fa tremare i tifosi

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Brescia: Balotelli già al capolinea? Galatasaray tra le sue possibili destinazioni

L’avventura di Mario Balotelli a Brescia potrebbe essere già giunta al capolinea. La squadra lombarda, affidata nuovamente a Corini dopo l’esonero di Fabio Grosso, ha perso malamente il derby contro l’Atalanta ed occupa l’ultimo posto in classifica nonostante il mercato estivo, di cui Balotelli era stata la punta di diamante, avesse fato presagire un campionato meno tribolato. A proposito di “SuperMario”, che nella sua città natia ha messo a segno due gol in sette presenze, cominciano ad incombere le ombre dell’imminente calciomercato invernale. Secondo le indiscrezioni raccolte da SportMediaset, infatti, il classe 1990 sarebbe finito nel mirino del Galatasaray e potrebbe decidere di lasciare l’Italia dopo appena sei mesi.

Brescia, Balotelli al Galatasaray? Risponde Cellino

Sulla possibile partenza di “Balo” è intervenuto anche il presidente Massimo Cellino ai microfoni delle “Iene”. Tra i due ci sono state tensioni nelle settimane scorse che hanno portato Cellino a commettere una grave gaffe: “Mario è nero, deve lavorare per schiarirsi”, aveva detto Cellino invitando il suo campione a prodigarsi maggiormente sul campo. Intercettato dopo il match disputato contro l’Atalanta, Cellino si è dapprima scusato per l’infelice battuta dei scorsi giorni, poi si è concentrato sulla situazione e lo stato di forma del suo “pupillo”: “Balotelli deve ritrovare serenità e sentire molto più affetto di quello che gli viene dato. Se andrà via da Brescia in direzione Galatasaray o Cina? Non lo so, ma posso dirvi che a gennaio avrà la possibilità di liberarsi a parametro zero. Detto questo, gli faccio un appello: che rimanga e proviamo a salvare il Brescia insieme“. Quanto c’è di vero dietro le parole del presidente delle “rondinelle”? Il diretto interessato, interpellato a sua volta, ha voluto glissare preferendo non esporsi dopo la pesante sconfitta subita. Le voci sul Galatasaray, per ora, hanno la forma di mere suggestioni. Se però la squadra non dovesse riuscire a risollevarsi dalle proprie difficoltà il classe 1990 potrebbe decidere di valutare altre opportunità per la propria carriera.

  •   
  •  
  •  
  •