Il tempo è galantuomo e lo sarà con Allegri, mai banale e mai dimenticato alla Juve

Pubblicato il autore: Paolopier7 Segui

September 28, 2019, Turin, Piedmont/Turin, Italy: Paulo Dybala of Juventus in action during the Serie A football match between Juventus and Spal. Juventus won 2-0 over Spal. At Allianz Stadium, in Turin Italy on 28 September 2019 (Credit Image: © Alberto Gandolfo/Pacific Press via ZUMA Wire)

Il suo nome aleggia come un’ombra sulla Juventus di mister Sarri, il suo nome non è uno dei tanti ma di chi negli ultimi 5 anni ha vinto 5 scudetti consecutivi alla guida della formazione bianconera.
Max Allegri sta tornando prepotentemente alla ribalta negli ultimi giorni, non è un mistero che siano tanti i tifosi di fede bianconera a rimpiangere il tecnico livornese, che ha scritto pagine importanti nella storia della Juventus.
Gli ultimi risultati della Juve targata Sarri dimostrano un’evidente flessione del team bianconero, prima il pareggio 2-2 interno contro il Sassuolo e poi il pesante KO sul campo della Lazio, con il 3-1 in favore delle aquile biancocelesti.

Fino alla scorsa stagione ad Allegri non veniva perdonato nulla o quasi ad ogni pareggio o nelle poche sconfitte in cui era incappata la sua squadra, ma lui non è stato mai banale nelle situazioni ed ha ribattuto colpo su colpo davanti ai microfoni, dimostrando tutto il suo essere verace.
Il tempo come si suol dire è galantuomo e lo sarà anche con Max Allegri, per tutto quello che ha fatto alla guida della Juventus e per tutte quelle eccessive critiche che ha dovuto sopportare negli anni bianconeri; tornando al presente c’è ora tanta pressione su Sarri e solo i risultati potranno scacciare il momento di difficoltà, per tornare all’obiettivo del primo posto.

  •   
  •  
  •  
  •