Calciomercato Milan: Gazidis si prepara a rivoluzionare il centrocampo

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Il Milan sta preparando l’ennesima rivoluzione con l’amministratore delegato e direttore generale sudafricano Ivan Gazidis che come prima cosa rivoluzionerà il centrocampo che in questa stagione è stato al di sotto delle premesse estive. Al momento gli unici sicuri di restare sono il turco Hakan Calhanoglu, l’algerino Ismael Bennacer (attenzione però perchè su di lui si è mosso il Psg) e il bosniaco Rade Krunic.

Calciomercato Milan, rivoluzione a centrocampo

La rivoluzione comincerà dall’ivoriano Frank Kessiè, mai esploso come ci si aspettava, ma che teoricamente potrebbe portare parecchi soldi nelle casse del club rossonero; in verità già l’anno scorso il classe ’96 era sul piede di partenza ma poi non essendo arrivate offerte concrete non se ne fece più nulla. In questo momento sul centrocampista ci sono alcune squadre di Premier League (su tutte West Ham e Wolverhampton) che con 28 milioni potrebbero acquistarlo.

Un altro centrocampista che non ha del tutto convinto e sulla via di partenza è Lucas Paquetà che interessa molto alla Fiorentina a cui serve un jolly che può giocare in più posizioni; sembra che il brasiliano si attratto dalla piazza toscana con cui potrebbe rilanciarsi dopo questi mesi con più ombre che luci. Ora bisognerà che le due società intavolino la trattativa, ma si dovrà considerare che il Milan nel gennaio 2019 per acquistarlo dal Flamengo ha speso 35 milioni più alcuni bonus.

Insieme ai due già citati, sono sicuri di andare via Giacomo Bonaventura e Lucas Biglia, entrambi in scadenza di contratto e che non verrà rinnovato dal club; per l’ex atalantino sarà addio dopo sei stagioni (134 presenze e 71 reti), ma in questa stagione il suo impiego è stato sempre a singhiozzo sia sotto la gestione Marco Giampaolo sia sotto quella di Stefano Pioli; al classe ’89 è interessato particolarmente il Torino, ma attenzione anche alla sua ex squadra, l’Atalanta, a cui Jack è rimasto molto legato e che potrebbe tornare dopo sei anni.
Per quanto riguarda l’argentino invece la sua esperienza al Milan si sta chiudendo in maniera molto negativa, basti pensare che in questa stagione sono state solamente sette le presenze, ma soprattutto sono stati troppi gli infortuni e le prestazioni sottotono, possiamo dire nel triennio milanese, non si è mai visto il giocatore che tanto aveva fatto bene alla Lazio.

Fondamentali saranno le cessioni di Kessiè e Paquetà dove con i soldi incassati, la società potrà andare all’attacco di due centrocampisti importanti e dall’ingaggio accessibile: stiamo parlando dei classe 2000 Sandro Tonali (già in orbita nazionale) e dell’ungherese Dominik Szoboszlai del Salisburgo. Il rilancio del Milan potrebbe partire da loro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: