Cristiano Ronaldo atterra a Caselle: ecco quali procedure dovrà seguire

Pubblicato il autore: SAP Segui

Il jet privato di Cristiano Ronaldo è atterrato a Caselle alle ore 22:25 circa con a bordo il fuoriclasse portoghese, la fidanzata Georgina Rodriguez e i figli.

Cristiano Ronaldo è tornato a Torino

Cristiano Ronaldo è partito il 9 marzo dopo la vittoria dell’Allianz Stadium contro l’Inter, e dopo due mesi e mezzo, è rientrato in Italia. L’aereo del numero 7 bianconero è partito da Madeira ed è atterrato a Torino alle 22:25 circa, dopo Ronaldo si è diretto verso la sua abitazione.
Prima di rientrare alla Juventus Ronaldo dovrà sottoporsi all’autoisolamento obbligatario previsto per legge di 14 giorni e poi potrà riprendere gli allenamenti con il resto della squadra a partire dal 18 Maggio.
Nelle prossime ore sarà più chiaro se il periodo di allontanamento dalle persone del numero 7 bianconero dovrà rispettare le canoniche due settimane o si potrà interrompere anche prima in caso di negatività ai test.
Intanto, nella giornata di oggi, si sono rivisti alcuni giocatori bianconeri al JMedical, i quali si sono sottoposti al tampone per scongiurare ogni possibile contagio da Coronavirus e per poi sottoporsi alle visite mediche di rito prima di ritornare agli allenamenti in campo. Queste stesse procedure, naturalmente, saranno seguite anche da Cristiano Ronaldo dopo la fine dell’autoisolamento nella sua villa di Torino.
Oggi si sono rivisti al centro medico della Juventus Leonardo Bonucci, Aaron Ramsey, Juan Cuadrado, Carlo Pinsoglio e Federico Bernardeschi che hanno eseguito le procedure singolarmente.
In attesa di scoprire quale decisione prenderà Gonzalo Higuain e delle condizioni di salute di Paulo Dybala, nelle prossime ore rientreranno in Italia anche Blaise Matuidi e Matthijs DeLigt.

Mentre la rosa della Juventus torna a pieni ranghi, si continuano ad aspettare decisioni riguardanti l’esito di questo travagliato campionato di Serie A.

 

  •   
  •  
  •  
  •