Juventus, Ramsey: “Siamo felici di ritornare a giocare”

Pubblicato il autore: Stefano Andrea Pozzo Segui


Dopo l’ufficialità della ripresa delle competizioni calcistiche italiane, Sky Sport ha intervistato il centrocampista della Juventus Aaron Ramsey interpellandolo a tutto tondo su quello che è stato il periodo di inattività del calcio italiano.
Così il calciatore gallese sbarcato a Torino quest’estate a parametro zero:

LA QUARANTENA

“Io sto molto bene. Abbiamo iniziato ad allenarci individualmente per poi tornare ad allenarci insieme, quando siamo tornati in campo è stato molto bello. L’Italia è stato uno dei primi paesi a fare scattare il lockdown e ho deciso di restare qui. Non è stata semplice la quarantena, non è stato semplice stare sempre chiuso in casa, senza vedere nessuno, ma per fortuna ero con la mia famiglia e sono riuscito a trascorrere molto tempo con mia moglie e con i miei bambini, qualcosa che di solito non riusciamo a fare a causa delle partite”.

SULLA RIPRESA DELLE COMPETIZIONI

“Tutti gli step penso che siano stati fatti in maniera positiva, e piano piano tutto sta tornando alla normalità. Sono contento per la ripartenza, penso che in generale l’Italia ha cercato di rispondere al meglio alla pandemia. E’ giusto che anche noi ripartiamo e siamo contenti di iniziare seguendo il protocollo di sicurezza che ci verrà presentato. Aspettiamo di ripartire con questa nuova modalità per disputare le partite a porte chiuse e senza tifosi, come è successo contro l’Inter mesi fa. Per quanto sia strano giocare senza tifosi è quello che dobbiamo fare per chiudere la stagione”.

La prima stagione alla Juventus di Aaron Ramsey è stata altalenante per colpa dei diversi infortuni che ha sofferto il gallese, ma nella seconda parte della competizione si è rivelato essere uno dei giocatori che meglio si sono adattati al modulo di Maurizio Sarri, come testimoniato dal gol contro i nerazzurri allo Stadium.
La ripresa delle competizioni sarà un banco di prova per Ramsey, che nonostante la rivoluzione in atto nel centrocampo bianconero, è uno dei pochi giocatori ritenuti imprescindibili da Sarri.
La Juventus ha apprezzato la scelta del calciatore di passare in Italia la quarantena, e in attesa della partita di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro il Milan, si candida per una maglia da titolare e per giocarsi un ulteriore conferma per il suo futuro a Torino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Bologna-Arnautovic c'è l'accordo: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia
Tags: