Messi o Cristiano Ronaldo? Risponde Klopp

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Messi e Ronaldo hanno dato vita negli ultimi 15 anni al dualismo forse più appassionante della storia del calcio. La classe di questi due campioni è soprannaturale ed indiscussa, ma tra gli addetti ai lavori e il pubblico continua a serpeggiare un dilemma: chi meglio tra i due? Posto che ognuno ha la propria, lecita, opinione il canale Youtube Freekickerz lo ha chiesto all’allenatore Campione d’Europa: Jurgen Klopp.

Meglio Messi o Cristiano Ronaldo? La parola passa a Klopp

Meglio Messi o Cristiano Ronaldo? Qualunque appassionato di calcio si sarà posto almeno una volta, negli ultimi 15 anni, questa domanda. I due fuoriclasse hanno catalizzato l’attenzione a suon di giocate strabilianti e record impensabili. Prima che Ronaldo si trasferisse in Italia, insieme alla Pulga ha dato vita a un dualismo tra i più accesi della storia dello sport che aveva finito per spostare il baricentro del calcio mondiale nella Liga spagnola. Ma chi merita lo scettro di miglior giocatore al mondo (se non della storia)? A dirimere il confronto ci ha pensato Jurgen Klopp, allenatore campione d’Europa in carica col Liverpool che ne ha parlato ai microfoni del canale Youtube Freekickerz:

Messi o Ronaldo? Leo è il migliore di tutti, ma Cristiano è il giocatore perfetto – ha sentenziato il tecnico tedesco – La spiegazione è semplice: se dovessi dipingere un giocatore perfetto, avrebbe l’altezza, la velocità e lo stacco di Ronaldo. A ciò si aggiungono la sua professionalità e dedizione, e il risultato eccolo: un giocatore perfetto. Un calciatore migliore non può esserci. In quanto a Messi: lui alla nascita era piccolo, ma fa sembrare tutto così maledettamente semplice. Ecco perché mi piace di più sul campo. Tutti e due – ha concluso Klopp – Lasceranno comunque un’impronta indelebile nel calcio, che farà fatica a scomparire. Molti giocatori hanno le loro stesse potenzialità, ma giocare a questi livelli per tanti anni è qualcosa d’incredibile. Peccato che invecchino anche loro…”

  •   
  •  
  •  
  •