Casa Lazio: tra rinnovo d’Inzaghi e caos stipendi

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Casa Lazio
Giorni di novità in Casa Lazio. La società sta progettando il futuro tecnico della squadra con un occhio al presente però. Un presente caratterizzato da una piccola diatriba tra il presidente Claudio Lotito e la squadra che, nel frattempo si allena sul campo in vista della ripresa.

Casa Lazio: tra rinnovi e stipendi

La buona novella da Formello arriva dalla voce rinnovi. E’infatti ufficiale, come riportato da sportmediaset.it, il rinnovo della guida tecnica ovvero l’allenatore Simone Inzaghi, colui il quale sta dirigendo l’orchestra biancoceleste cullando il sogno scudetto. Da casa Lazio fanno sapere che il nuovo contratto avrà scadenza giugno 2023 e il tecnico percepirà un ingaggio di 2,5 milioni e mezzo. Da parte di Simone Inzaghi, dunque, c’è tutta la serenità necessaria per giocarsi fino in fondo le chance legate al raggiungimento del tricolore. La situazione apparentemente negativa arriva, però, dal capitolo stipendi. Gli accordi originari tra Lotito e la squadra prevedevano che ai giocatori fosse decurtato lo stipendio di marzo, mentre quello del mese successivo, aprile, sarebbe stato ripartito nella prossima stagione. Ora il numero 1 biancoceleste sembrerebbe aver cambiato le carte in tavola togliendo, di fatto, anche il mese d’aprile dalla lista pagamenti da effettuare. Una diatriba che, in questo momento, in Casa Lazio non ci voleva visto e considerato l’importanza del campionato disputato dai biancocelesti. La speranza delle parti in causa, ma anche dello staff tecnico e, soprattutto dei tifosi è che con il prossimo incontro si possa risolvere questo piccolo problema nato, in modo da potersi concentrare, poi, solo sul campo. Simone Inzaghi, nello specifico, ha voglia di bagnare il suo rinnovo e la sua riconferma, con lo champagne dello scudetto da bere insieme alla squadra e al Presidente. Tutti in Casa Lazio sperano ciò avvenga, ma per farlo bisogna remare tutti dalla stessa parte: dal Presidente all’ultimo dei magazzinieri.

  •   
  •  
  •  
  •