Lazio, Preoccupa Cataldi, affaticati Radu e Correa. Simone Inzaghi: “Un ko che complica la nostra corsa”.

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

La Lazio ieri sera è tornata a giocare una gara di campionato dopo 116 giorni sul campo dell’Atalanta, ma è uscita sconfitta per 3-2 nonostante il doppio vantaggio iniziale dopo solo undici minuti grazie all’autorete di De Roon e il bel gol di Milinkovic-Savic, ma dopo un’ottima mezzora la squadra ha faticato parecchio dopo il lungo stop e ha subito la rimonta degli orobici che hanno segnato con GosensMalinovs’kyj e Palomino.

Oltre alla sconfitta che fa scivolare i biancocelesti a -4 dalla Juventus, ci sono tre giocatori che sono usciti malconci dal campo di Bergamo; quello che preoccupa di più è il centrocampista Cataldi uscito al 60′ per una probabile distorsione alla caviglia. Il classe ’94 ha provato a tornare sul rettangolo di gioco ma dopo una trentina di secondi ha dovuto alzare definitivamente bandiera bianca. Oggi quando la squadra tornerà a Roma, farà i controlli e verrà fatta una previsione sui tempi di recupero, ma sicuramente nel match di sabato sera contro la Fiorentina non sarà a disposizione e probabilmente anche nell’incontro di martedì 30 giugno contro a Torino contro i granata.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

Durante il secondo tempo Correa (al 55′) e Radu (al 77′) hanno chiesto il cambio per degli indurimenti al polpaccio; ovviamente il tecnico biancoceleste li ha subito tolti per non rischiare infortuni. A caldo sembrano solamente due affaticamenti, ora bisognerà vedere nei prossimi allenamenti come risponderanno i due calciatori, eventualmente se non dovessero farcela oppure andare solamente in panchina, contro i viola sono pronti al loro posto Caicedo e Bastos che oggi sono entrati in campo nella ripresa.

Di seguito le parole dell’allenatore Simone Inzaghi, nel post-partita contro la squadra nerazzurra.

Lazio, Simone Inzaghi: le sue parole

Ero abbastanza tranquillo alla vigilia, sapevo che la prima partita dopo tre mesi e mezzo arrivava con un buon lavoro dai parte dei ragazzi. Siamo andati sul 2-0, potevamo fare il terzo ed è lì che siamo mancati, avremmo indirizzato la partita in un altro modo. Il gol di Gosens ha riaperto la partita, avevamo qualche defezione e ce ne sono stati altri che mi hanno dovuto chiedere il cambio. Dispiace perché sul primo e sul terzo gol dovevamo fare meglio. Una sconfitta complica la corsa, sapevamo che rientrare con l’Atalanta per noi era difficile, uno degli avversari peggiori. I primi 30-35 minuti li abbiamo fatti nel migliore dei modi ma contro squadre del genere non basta.  Non mi piace perdere e non piace ai ragazzi, li ho visti un po’ abbacchiati, purtroppo abbiamo perso a gara in corso Cataldi e Correa avendo già quattro assenti pesanti. Ho dovuto chiedere uno sforzo a Lukaku e Andre Anderson, ora dovremo essere bravi a recuperare forze, energie e giocatori importanti visto che si giocherà ogni tre giorni. Sul calendario non si può far niente purtroppo“.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

  •   
  •  
  •  
  •