Conte: “Il secondo posto è il primo dei perdenti. Lautaro? Insultano la sua intelligenza”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’Inter vista a San Siro contro la Fiorentina nella 35a giornata di Serie A avrebbe meritato ampiamente la vittoria. Su questo tutti d’accordo. Tante le occasioni create dai nerazzurri e i due pali colpiti da parte di Lukaku e Sanchez, testimoniano quanto l’Inter abbia spinto verso la difesa viola.

Il pareggio a reti inviolate rende amara la serata di Antonio Conte, che si presenta ai microfoni di Sky Sport scuro in volto e amareggiato per questa sua prima stagione in nerazzurro. Ecco un’estratto della sua intervista, dove ha trattato pure la situazione attuale di Lautaro Martinez:

I ragazzi sanno che devono cercare sempre il massimo e non programmare. Ogni partita deve essere un test, dobbiamo dimostrare che il lavoro dà dei frutti. Quest’anno abbiamo raccolto di meno di quanto abbiamo seminato. Mancano tre partite, non ci accontentiamo. Obiettivo Champions raggiunto con margine, ma vogliamo Puoi incollare massimo 50 parole alla volta 3 volte ad articolo“. 

SITUAZIONE LAUTARO – “Non penso che le voci lo stiano distraendo. Ha 22 anni, l’anno scorso non ha giocato tantissimo, non è stato protagonista. Ha un percorso da fare davanti a lui. Non è un giocatore già fatto. Può alternare momenti positivi e momenti meno positivi. Noi siamo contenti di lui, altrimenti sarebbero guai. Le voci intorno a lui mi danno fastidio, insultano la sua intelligenza, si semina zizzania intorno a lui dicendo che pensa a un’altra squadra. Invece, è solo un percorso di crescita”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Amichevoli Juventus estate 2021: calendario, date e orari delle partite in programma