Cristiano Ronaldo, Sconcerti: “E’ solo suo lo scudetto”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


I numeri della ripartenza di Cristiano Ronaldo, sono numeri impressionanti. Sette gol nelle ultime sei partite giocate dalla Juventus, che hanno permesso alla squadra di Maurizio Sarri di rimanere inchiodata al primo posto e continuare la sua cavalcata verso il nono scudetto di fila. Sotto i riflettori, però, c’è sempre lui Cristiano Ronaldo che contro il Sassuolo proverà a segnare la 24esima rete in 19 partite giocate in Serie A. Dal primo dicembre in poi, CR7 ha sempre segnato in ogni giornata, mancando la propria firma solo contro l’Inter, nella partita che ha sancito la fine della Serie A prima del lockdown. Tra gli obiettivi imposti dal fenomeno portoghese c’è il record di gol segnati di fila e, soprattutto, il titolo di capocannoniere, distante un solo gol. Attualmente CR7 ha tutti i numeri per riuscire in tutte e due le imprese e portare la Juventus alla vittoria dello scudetto.

Leggi anche:  Inter-Juventus: precedenti e statistiche del derby d'Italia

Sconcerti e gli elogi verso Cristiano Ronaldo

Il numero 7 portoghese sta trascinando la Vecchia Signora, in un periodo in cui di Juve si è vista poca, come confermato dal giornalista Mario Sconcerti, intervenuto ai microfoni di Calciomercato.com: “Cristiano Ronaldo è stato molto più decisivo quest’anno di un anno fa. E’ stato il vero grande solista di una Juve che non è mai riuscita a diventare squadra fino in fondo. E Ronaldo per questo compito è perfetto. Non ha una grande concezione dell’insieme, conta il suo particolare, scatto-tiro-gol e batto tutto io, ma stavolta è tornato a fare il suo mestiere di individuo in modo eccellente”. Sconcerti ha poi rimarcato le statistiche dello scorso anno, il primo in bianconero, confrontandole con quelle della stagione attuale: “Un anno fa, e già si era parlato di una grande annata, Ronaldo segnò in campionato 21 reti in 31 partite con una media ottima ma per lui non eccezionale, 0.67 gol a partita. Ricordo che in Italia il record è di Higuain con 1.02. Quest’anno che c’è meno Juventus c’ era bisogno di più Ronaldo e puntualmente Ronaldo è arrivato. La sua media gol è salita a 0.93, 28 reti in 30 partite. Da solo ha segnato praticamente il 42% di tutti i gol della Juventus. Può essere simpatico o meno, ma se ci sarà il nono scudetto – conclude Sconcerti -, sarà quasi soltanto suo“.

  •   
  •  
  •  
  •