Gasperini amaro: “I rigori per la Juventus? Solo in Italia si interpreta così il regolamento”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

È un Gian Piero Gasperini amaro quello che ha commentato il post-gara di Juventus-Atalanta. Il match andato in scena allo Stadium questa sera è terminato 2-2 e ha visto la squadra di Sarri riacciuffare per due volte La Dea grazie a due calci di rigore, calciati da Cristiano Ronaldo. L’Atalanta meritava la vittoria contro i campioni d’Italia e a Gasperini non sono andati proprio giù questo esito, criticando il regolamento arbitrale italiano. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni alla stampa:

Si dice che ci fossero per un regolamento chiaro. Io dico che solo da noi si interpreta in questo modo quel regolamento, nel resto del mondo non succede. Mi dispiace, è successo a noi”. 

Sulla prestazione della sua squadra, Gasperini ha detto: “Avevo chiesto ai ragazzi di giocarla alla grande e lo hanno fatto. Il secondo posto? Il nostro obiettivo è la Champions, poi la posizione di prestigio lascia il tempo che trova.Siamo cresciuti nel corso della stagione, ci siamo abituati a giocare molto più spesso. La differenza la stanno facendo  gli scontri diretti, ma  noi non stiamo giocando per lo scudetto, anche se gli episodi vanno sempre da una parte, che ci hanno tolto qualche punto”.

Riguardo un Atalanta da Scudetto, Gasperini ha detto: “Non siamo in grado di partire per vincere lo Scudetto, sia per forza economica che per altro. Se poi, strada facendo, riusciamo a reggere il ritmo delle migliori ben venga. Lo Scudetto, anche a -6, non sarebbe sfuggito alla Juve”. 

Leggi anche:  "È stata tua la colpa". Grazie Papu Gomez, ma l'Atalanta viene prima di tutto

 

  •   
  •  
  •  
  •