Iachini ha paura del Lecce: “Ricordiamoci il match d’andata”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La Fiorentina sta vivendo un momento molto complesso e ogni compagine che andrà ad affrontare in questo finale di campionato, non sarà assolutamente da prendere alla leggera. Il pareggio interno con il Brescia dimostra che la Viola ha delle lacune importanti, anche se il pari acciuffato nei minuti finali contro il Verona di Juric – tecnico in lizza per la panchina viola nella prossima stagione – ha ridato morale all’ambiente, che in ogni caso veniva dalla bella vittoria di Parma prima dei due pareggi con Cagliari e appunto Verona.

Insomma, le ultime due giornate sono state abbastanza incoraggianti ma ora è tempo di vincere ancora per restare più tranquilli. Il prossimo avversario sarà il Lecce di Liverani, squadra da prendere con le molle nonostante la pessima posizione di classifica. I pugliesi vogliono salvarsi e faranno di tutto per far risultato in casa loro. Iachini si aspetta difronte una squadra agguerrita e durante un’intervista al club, predica calma in vista dell’impegno di domani:

Leggi anche:  Amichevoli Juventus estate 2021: calendario, date e orari delle partite in programma

Mi aspetto un Lecce ostico, ha il campo amico dalla sua parte. Hanno qualità e abilità, ricordiamoci cos’è successo all’andata. Si conoscono bene, giocano insieme da anni, servirà attenzione e organizzazione per fare risultato. Dovremo andare lì e fare la nostra partita. Partendo subito bene, col piglio giusto e la mentalità adeguata”. 

Iachini ricorda il pari ottenuto nei minuti finali con il Verona

L’allenatore della Fiorentina ha pure ricordato il pari ottenuto nei minuti finali con il Verona:

Il primo tempo volevamo fare cose diverse e non ci siamo riusciti, poi abbiamo corretto delle cose e fatto una buona ripresa. C’è rammarico perché nel finale la partita poteva avere un epilogo diverso. Guardiamo avanti, giocando ogni 3 giorni ci sta di sbagliare qualcosa, perché la lucidità scema. Dovremo essere ancora più attenti e più concentrati per portare a casa ciò quanto costruito. Potevamo avere dei punti in più, ma essendo la squadra più giovane del campionato paghiamo dazio soprattutto nelle conclusioni finali”. 

  •   
  •  
  •  
  •