Maurizio Sarri esplode prima di Udinese-Juventus: “Sto sui cogl*oni a qualcuno!”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

La conquista dello scudetto, il nono consecutivo per la Juventus, il primo nella sua carriera, è davvero a un passo, ma Maurizio Sarri non vuole sentire parlare di pratica già archiviata: l’ha ribadito nel corso della conferenza stampa tenutasi alle 16.30 di oggi, mercoledì 22 luglio, vigilia di Udinese-Juventus. “Ci mancano quattro punti – ha dichiarato – e in questo periodo è difficile fare punti per tutte le squadre. Noi dobbiamo rimanere con la testa dentro le partite. Siamo una squadra forte, con ulteriori margini di miglioramento”. Il riferimento implicito (ma neppure troppo) è ai vistosi cali di tensione che hanno visto la “Vecchia Signora” subire 10 reti nelle ultime quattro gare di campionato.

Maurizio Sarri: “Sto sui cogl*oni a qualcuno”

Non è mancata, poi, una domanda a Maurizio Sarri sulle critiche ricevute di recente circa il gioco della sua Juventus. “Probabilmente sto sui cogl*oni a qualcuno – ha sbottato il tecnico –. Non lo so, mi interessa relativamente. Alla fine, quelle dei giornalisti sono opinioni e quindi mi interessa relativamente leggere opinioni di altre persone su una materia in cui io penso di saperne più”. Cristiano Ronaldo è in gran forma: “Sì, si sente molto bene, ha questa grande capacità di sapersi proiettare verso nuovi obiettivi. Coesistenza migliorata con Dybala? Parliamo di due calciatori di assoluto livello”.

Maurizio Sarri: “Rabiot, Rugani e Pjanic…”

Interpellato su Adrien Rabiot, Maurizio Sarri l’ha definito “un ragazzo con un carattere chiuso. Ha cambiato calcio, ci ha messo qualche mese per capire il nuovo club e il nostro calcio. È forte, sta venendo fuori. Sta giocando anche con un bel livello di personalità e dà la sensazione di sicurezza”. Quanto agli altri membri della rosa zebrata, l’allenatore ha affermato: Higuain e Chiellini ieri erano al lavoro con i dottori, Demiral sta meglio, lavoriamo per riportarlo alla piena efficienza fisica. Rugani? In certi momenti della stagione avrebbe meritato di giocare di più e a volte è stato criticato troppo. Pjanic sta bene, nelle ultime gare abbiamo fatto scelte diverse solo per questioni di caratteristiche”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lukaku: "Inter, faremo grandi cose. Inzaghi ottimo allenatore"