Moratti: “I 38 scudetti della Juventus? Fossi Agnelli, non sarei orgoglioso di Calciopoli”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Chiunque si rechi allo Juventus Stadium potrà notare come la Juventus attribuisca alla propria bacheca 38 scudetti vinti anziché 36, come stabilito dalla FIGC. Non è un mistero che la società bianconera non abbia mai accettato il verdetto del processo Calciopoli, nel quale vennero tolti ai bianconeri i titoli 2004/05 e 2005/06. Quest’ultimo campionato consegnato all’Inter. Proprio il presidente nerazzurro dell’epoca, Massimo Moratti, ha voluto dire la sua a Radio Kiss Kiss riguardo la revoca di questi due titoli, bacchettando la Juventus per il 38 che capeggia allo Juventus Stadium:

“I 38 scudetti? Allo Stadium si sono distratti. Mi sa che dovevano scrivere 36, alle volte bisogna avere un po’ più di memoria. Non lo dico per polemica, anche perché sono amico di Andrea Agnelli. Solo che al suo posto non sarei orgoglioso di quel periodo storico”.

Le dichiarazioni del presidente che trionfò nel 2010 (e non solo) con la sua Inter, riuscendo a vincere il triplete con Jose Mourinho in panchina, stanno generando non poche polemiche in casa bianconera. Dopo Calciopoli, i rapporti tra le due società si sono inaspriti sempre di più. La Juventus retrocedette in Serie B nel 2005/06, per poi tornare in A nella stagione successiva. La “guerra” tra Inter e Juventus sembra destinata a durare ancora per molti anni. Probabilmente per sempre.

  •   
  •  
  •  
  •