Polemica Juventus-Inter, Tardelli polemizza con Teotino e Cucchi: “I 38 scudetti? Giusto inserirli in bacheca”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La polemica tra il presidente della Juventus, Andrea Agnelli e l’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, continua a tenere banco in queste ultime ore. L’astio tra le due squadre è oramai insanabile da anni e anni, intensificato dalle vicende di Calciopoli, che portò alla revoca del titolo alla Juventus (2005/05) poi mai assegnato, e all’assegnazione del titolo all’Inter nel 2005/06 che sancì la retrocessione dei bianconeri in B. Cicatrici che hanno segnato i rapporti tra le due squadre per sempre.

In questi giorni, Agnelli e Moratti sono stati protagonisti di una polemica a distanza relativa al numero di scudetti riconosciuti dalla Juventus, ovvero 38. In merito a tale polemica ha risposto Marco Tardelli, che ha militato in entrambe le squadre in passato. Intervenuto ai microfoni di Rai2, Tardelli ha espresso il suo parere a riguardo, generando una piccolo polemica con il giornalista Teotino:

Bisogna smetterla con queste critiche, la Juve ha vinto quel che ha vinto sul campo. Io credo che ognuno può decidere di mettere quello che vuole, poi verrà giudicato nel bene o nel male, non credo sia una cosa importante. Se penso di aver vinto 38 scudetti, metto 38 scudetti”.

Teotino in merito alla considerazione di Tardelli, ha detto: “Allora io, quando mi inquadrate, vorrei che sotto metteste direttore del New York Times”.

Durante la trasmissione sportiva, anche il cronista Riccardo Cucchi risponde a Tardelli e la sua idea si affianca a quella di Teotino: “Lo dissi a Chiellini alla Domenica Sportiva. E Marco era presente in studio. Lo ripeto oggi: le sentenze, sportive o ordinarie, si possono legittimamente criticare. Ma si rispettano. La Juventus ha scritto una pagina memorabile di storia del calcio. Anche #Tardelli. Ma sono 36”.

La questione tra le due squadre è tornata nuovamente al centro dell’attenzione dopo la vittoria del campionato da parte dei bianconeri di Sarri e sarà destinata a continuare oramai per molto tempo. Per sempre probabilmente. La vicenda Calciopoli ha generato una voragine insanabile tra le due squadre.

  •   
  •  
  •  
  •