Serie A, Ferola: “Juve favorita. Campionato falsato”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


In esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com è intervenuto Roberto Ferola, storico preparatore atletico di Zdenek Zeman. Nella sua lunga intervista per il portale bianconero, Ferola, ha parlato di come il lockdown abbia cambiato le carte in tavola del campionato di Serie A, andando ad incidere sul rendimento dei giocatori e condizionando le prestazioni in campo di alcune squadre alla ripresa del calcio italiano, come Inter e Lazio.  “Lo stop è stato un problema per tutti – afferma Ferola -. Qualche squadra è riuscita a tamponare con prestazione eccellenti, per il turn over e in generale per la preparazione effettuata durante la pausa forzata. L’Atalanta, per esempio, ha confermato la sua organizzazione a 360 gradi, anche sotto il profilo del lavoro atletico“.

Serie A falsata

Tra le squadre che sono sembrate in forma, c’è sicuramente la Juventus che, dopo il passo falso in Coppa Italia ha macinato vittorie su vittorie, fermata solo dal Milan a San Siro nell’ultimo turno di Serie A: “Assolutamente sì. La Juve ha saputo ottimizzare al meglio anche la fase in cui si poteva svolgere solo lavoro personalizzato a distanza e non era possibile allenarsi in gruppo. La professionalità dei giocatori ha consentito alla squadra di presentarsi alla ripresa in una condizione atletica più che buona“. Alla formazione guidata da Sarri aiuta sicuramente una rosa ampia, che le permette di ruotare a meglio i giocatori: “È fondamentale. Saltare un turno non significa solo riposarsi, ma avere anche la possibilità di creare le condizioni per allenarsi e ripresentarsi alla sfida successiva con una forma migliore. Questa è la carta vincente, sfruttata nel migliore dei modi dai bianconeri. Il lockdown ha favorito la squadra di Sarri, mentre ha penalizzato la Lazio. È un campionato falsato per tutti, in cui è privilegiata la squadra con la rosa più ampia. Questa facilita anche le cinque sostituzioni. Il riposo è importante, però bisogna ricordare che oltre alla compressione del calendario, ci sono le temperature alte dell’ultimo mese che condizionano” afferma lo storico preparatore di Zeman.

Infine in conclusione Ferola afferma che sicuramente la sosta causata dal Coronavirus condizionerà anche il prossimo campionato di Serie A: “Sì, soprattutto per le squadre che hanno lottato per un obiettivo, consumando più delle altre energie fisiche e mentali. Se poi si va in finale in una delle due coppe europee, il tempo per recuperare diminuisce ulteriormente“.

  •   
  •  
  •  
  •