Lazio, Immobile: “Ora riparte un nuovo ciclo con la Champions e la conferma in campionato, siamo soddisfati di questi quattro anni”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

L’attaccante della Lazio, che nella scorsa stagione ha vinto il titolo capocannoniere in Serie A e la Scarpa d’Oro davanti a due mostri sacri come Robert Lewandowski e Cristiano Ronaldo, è intervenuto questa mattina ai microfoni della tv ufficiale dei biancocelesti (Lazio Style Channel), dove ha parlato della prossima Champions League, che quest’anno vedrà impegnata anche la Lazio (sorteggio gironi il prossimo 1 ottobre ad Atene), proseguendo del ritiro di Auronzo di Cadore e dei nuovi acquisti Escalante e Reina.
Ricordiamo che il numero 17 biancoceleste questa sera lascerà il ritiro con mister Simone Inzaghi, per andare a Coverciano per rispondere alla convocazione del ct dell’Italia Roberto Mancini per i match di Nations League contro Bosnia (4 settembre) e Olanda (7 settembre).

Immobile, le sue parole a Lazio Style Channel

CHAMPIONS LEAGUE: “Mi affaccio con tanto entusiasmo, non tutti l’hanno vissuta, la conosco e so che tensione c’è nel preparare le gare. Le tre competizioni saranno impegnative, ma abbiamo entusiasmo e non vogliamo fare da comparsa ma divertirci. Ora riparte un nuovo ciclo con la Champions e la conferma in campionato, siamo soddisfati di questi quattro anni, della crescita avuta che ci dà maggiore slancio per la prossima stagione.

RITIRO ESTIVO: “Il ritiro sta procedendo bene, serve soprattutto per allenarsi ma anche per affinare i rapporti con i nuovi compagni e con chi già c’era. Non abbiamo cambiato molto, ma dobbiamo dare una mano ai nuovi e noi dobbiamo integrarli e far capire loro come si ragiona di squadra. È stata una crescita costante in questi anni fatta dai giocatori, dal mister e dalla società“.

NUOVI ACQUISTI: “Pepe (Reina, ndr) ti dà l’impressione di un professionista a tutto tondo, ha esperienza e vittorie alle spalle, ci darà quello che ci manca nelle gare internazionali perché solo lui in questa squadra può farlo. Lo conoscevo già, è una persona eccezionale, è entrato da poco ma sembra che sia qui da una vita. Di Escalante siamo contenti che sia qui, è serio, si impegna e abbiamo bisogno di questo.

 

  •   
  •  
  •  
  •