Preziosi lascia il Genoa: “Basta sofferenze”

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui


Dopo aver acquisito matematicamente la salvezza in Serie A nell’ultima giornata con la vittoria sul Verona 3-0, il presidente rossoblu Enrico Preziosi lascia il Genoa annunciandolo in diretta ai microfoni di Radio Rai: “E’ il momento di fare un passo indietro“.

Una stagione infinita, nella quale il Genoa è andata a un passo dall’inferno della Serie B in mezzo a un mare di difficoltà, così Preziosi ha deciso definitivamente di lasciare la proprietà del “Grifone”: “Abbiamo sofferto, ma se dovessi analizzare la rosa probabilmente non è da retrocessione. Qualche errore è evidente che ci sia stato, a partire dall’allenatore: Thiago Motta è bravo ma non è ancora pronto, sicuramente abbiamo sbagliato anche noi, ma la rosa non era da retrocessione. Ogni anno mi ripeto, dico sempre le stesse cose ma ora è giunto il momento di dire basta: questo è l’anno in cui io e la mia famiglia, dobbiamo valutare di lasciare il calcio e il Genoa dopo oltre 35 anni, voglio staccarmi da questo mondo. E’ il momento di fare un passo indietro e lasciare possibilità agli altri di poter fare meglio”.

Preziosi lascia il Genoa, ma chiarisce bene alcuni dettagli: “Il Genoa è in vendita da tre anni, lo sanno tutti. Voglio staccarmi dalla gestione e dalle responsabilità, ho anche un’altra società importante da guidare e mi impegna tutti i giorni. Il calcio è una passione, ma non posso avere continuamente dispiaceri, sono stanco. Genoa è una piazza dura da affrontare, bisogna cercare di trovare la persona giusta ora”.

Sul futuro afferma che ancora nessuno si è fatto avanti: “Ripeto, non penso al futuro, ma ora c’è da capire chi possa rilevare la società”. Poche ore dopo il match di ieri sera, l’emittente Primocanale ha annunciato l’interessamento di un gruppo inglese, con Preziosi “a volto scuro a fine partita, non ha risposto alla domanda sull’eventuale trattativa con il gruppo straniero”.

  •   
  •  
  •  
  •