Ziliani, che attacco a Conte: “Gli frega zero dell’Inter. Puntava alla buonuscita e alla firma con un altro grande club”

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui


Ziliani, nuovo tweet contro Conte.
Nella giornata di ieri alle porte di Milano si è tenuto il summit tra il tecnico Antonio Conte e la dirigenza nerazzurra con la presenza di Steven Zhang, Beppe Marotta e Piero Ausilio. Dopo circa 2 ore e mezza di colloquio, l’Inter ha deciso di confermare il tecnico salentino sulla panchina nerazzurra. Ecco il comunicato dell’Inter a riguardo: “L’incontro di oggi tra il Club e Antonio Conte è stato costruttivo, nel segno della continuità e della condivisione della strategia. Con esso sono state stabilite le basi per proseguire insieme nel progetto”. In merito alla conferma di Conte sulla panchina nerazzurra è intervenuto il giornalista Paolo Ziliani che sul suo profilo Twitter ha espresso la sua opinione in merito alla conferma di Conte.

Ziliani attacca nuovamente Conte su Twitter. “Come Lippi nel 2000. A Conte dell’Inter frega zero, puntava a buonuscita e firma con un altro grande club, Zhang non ha voluto fare la prima mossa (e far scattare la buonuscita), si riparte così nella disistima reciproca più totale e con un allenatore schifato da mezza squadra”.

Ziliani, qualche giorno fa aveva consigliato l’esonero di Conte facendo un paragone con l’esperienza di Lippi sulla panchina nerazzurra. “Quando l’1 ottobre 2000, dopo Reggina-Inter 2-1, Lippi disse che i giocatori dovevano essere presi a calci in culo, Moratti lo licenziò per giusta causa. Le parole di Conte, più gravi ancora per la destabilizzazione creata, meritano un licenziamento in tronco con richiesta danni”.

  •   
  •  
  •  
  •