Torino-Atalanta 2-4, la grinta e qualità di Marten De Roon

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Non ci sono opinioni che tengano: quando Marten De Roon è in forma il centrocampo dell’Atalanta diventa imbattibile. Che la linea mediana nerazzurra sia una parte importante del gioco di Gian Piero Gasperini è un dato di fatto: basta vedere la qualità che si vede durante la fase di costruzione, nella quale sia l’olandese che Remo Freuler servono (e recuperano) tanti palloni sia agli attaccanti che alle ali Gosens e Hateboer. Il numero 15 atalantino è un cardine di questa Dea, risaltando al meglio le sue qualità che lo hanno reso uno dei giocatori più prolifici del campionato, e la partita contro il Torino di ieri pomeriggio ne è la prova più evidente.

La grinta (e qualità) di Marten De Roon – Un bergamasco adottato che rispecchia il carattere e l’identità del popolo atalantino. Sarebbe il riassunto perfetto per descrivere Marten De Roon, ma filosofia a parte, tecnicamente è troppo importante per ciò che da al centrocampo, recuperando palloni con tanto di “lavoro sporco” nei confronti degli avversari. La ciliegina sulla torta arriva con il goal, a scrivere i titoli di coda di una prestazione superlativa nella quale l’impegno è stato risaltato a pieno. Un punto a favore di un giocatore tanto importante quanto decisivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: