Atalanta, Remo Freuler centrocampista completo. Costruttore e “distruttore” di gioco

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


Quantità e qualità di un centrocampo che ha, in parte, una nuova veste (in parte). L’infortunio di Marten De Roon ha ridimensionato l’intera mediana dell’Atalanta, ma al tempo stesso si è in una situazione ideale per riadattare giocatori e far sbocciare nuove caratteristiche tecniche interessanti. Il simbolo di tutto questo? Lo svizzero Remo Freuler. Quando si parlava del numero 11 nerazzurro, si tendeva ad etichettarlo esclusivamente come un costruttore doc, ora tutta una serie di circostanze lo hanno reso una pedina completa: scaturendo un buonissimo effetto domino, che alla stessa Atalanta farà solo bene.

Gioco spacca gioco: la nuova identità di Remo Freuler – Per l’Atalanta lo svizzero è un perno di quel centrocampo tanto prolifico quanto invidiato da mezza Serie A. La non conferma di Tameze, unita al rientro di Pessina aveva privato i nerazzurri di un vice De Roon, fino a quando Freuler non è stato riadattato. Il risultato è andato oltre ogni aspettativa: recupero palla continuo, dinamicità in entrambe le fasi e grinta da vendere. Ciò che abbiamo visto in queste partite, compresa quella contro l’Ajax dove è stato il migliore in campo, sommando anche la sua capacità di costruire gioco, lo rendono un giocatore completo sotto tutti i punti di vista. Un riadattamento collaudato e ben gestito: inoltre contribuirà alla crescita di Mario Pasalic in mediana.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Atalanta, Ruslan Malinovskyi negativo al Covid. L'attacco può respirare
Tags: