Josip Ilicic, ci vuole tempo per rivederlo in forma. Minutaggio da valutare

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


L’emozione nel rivedere Josip Ilicic dopo 97 giorni di attesa era tanta da parte del mondo Atalanta (dai tifosi fino a giocatori e mister). Il fantasista nerazzurro è ritornato in campo contro la squadra partenopea due giorni fa, ma il risultato, oltre a quello complessivo della squadra di Gasperini, non è stato positivo dal punto di vista del singolo. Sorpresa? Colpo di scena? Allarme? Assolutamente no, quella dello stesso Ilicic si tratta di un contesto normale da parte di un giocatore che, dopo mesi di stop, ritorna a giocare: serve ritmo e tempo per rivedere il professore nel pieno della sua forza. Ecco la situazione attuale del numero 72 orobico.

Delicatezza e minutaggio moderato: gli ingredienti della ripresa di Ilicic – Partiamo da una certezza: Josip Ilicic, ora come ora, non è in grado di partire titolare. L’Atalanta ha bisogno di certezze attuali senza il bisogno di rischiare ne tatticamente ne sui risultati sportivi. Certo, l’unico modo per far ritornare il fantasista a pieno regime è quello di farlo giocare, ma il minutaggio è un fattore che va dosato in maniera graduale: passare dai 10 ai 20 minuti fino ad un tempo pieno (e così via). Esempio semplice: è come se voi andaste in palestra praticamente sempre, scaturendo una forte massa muscolare, ad un certo punto decidete di non andarci per farci ritorno dopo quattro mesi; se prima sollevavate 80 chili di petto, ora potete ritornare al ritmo iniziale di punto in bianco? La risposta è no, perché ci vuole tempo. Stessa cosa con Ilicic: minutaggio dosato e pazienza. Solo così il professore ritornerà alla grande in attacco.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Papu Gomez, l'Atalanta riparte dal suo capitano. A partire da stasera
Tags: