Derby di Genova, ecco le cinque vittorie più belle del Genoa nel nuovo millennio

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


GENOVA SI ACCENDE, IL GRIFONE SI SCALDA: ECCO LE CINQUE VITTORIE PIÙ BELLE DEL GENOA NEGLI ULTIMI VENT’ANNI – Non è il derby di Milano, che mette di fronte quasi sempre due società in lotta per lo scudetto o, comunque, per i piani alti della classifica. Non è il derby di Torino, dove alla potenza ed alla aristocrazia bianconera si oppone la grinta e il vigore granata. Non è neppure come il derby di Roma, un derby che mette di fronte due acerrime nemiche spesso con un obiettivo in comune, sempre ai piani alti. Ma Sampdoria-Genoa è il derby più bello, più affascinante, più caldo, più avvincente e più emozionante che ci sia in Italia: da una parte il Grifone, che si fregia di essere la squadra più antica d’Italia (e quindi anche la prima squadra della città), dall’altra la Samp, con la maglia più bella del mondo. Domani di nuovo di fronte, per l’incontro numero 103 in assoluto: ecco le cinque sfide più ricordati dai tifosi genoani negli ultimi vent’anni.

Leggi anche:  Inter DAZN, tre gare dei nerazzurri in streaming

Le cinque vittorie più belle del Genoa dal 2000 ad oggi: da Milito a Boselli, fino a Lerager

Il Genoa ha avuto un rapporto controverso con il derby, visto che negli ultimissimi anni ha spesso dovuto cedere il passo agli acerrimi rivali blucerchiati. Ma, nonostante questo, il Grifone ha vinto alcune partite memorabili, ancora oggi scolpite nei ricordi dei tifosi: ecco le cinque vittorie migliori dal 2000 ad oggi.

GENOA-SAMPDORIA 3-1 (03/05/2009): è il derby della tripletta di Milito, è il derby del Genoa di Gasperini, è il derby del Grifone in Europa League. Addirittura, la banda del Gasp arrivò quarta a pari merito con la Fiorentina, ma perse la possibilità di giocarsi i preliminari di Champions League per via degli scontri diretti coi viola. In ogni caso, quella sfida permise al Genoa di dare un segnale di forza al campionato: Milito segnò subito, poi Campagnaro pareggiò per la Samp. Ma ancora Milito portò sul 2-1 il Genoa, per poi chiuderla in contropiede nel finale sospinto dal tifo rossoblu: fu un trionfo totale.

Leggi anche:  Le parole di Conti (vice di Giampaolo) a DAZN : "Torino da manicomio, il problema non è fisico”

GENOA-SAMPDORIA 2-1 (08/05/2011): “Boselli non lo sapeva“. Già: in città si parlava di una sorta di accordo tra le società, per pareggiare il match e accontentare il Genoa, saldamente al decimo posto, e concedere qualche chance di salvezza al Doria, ormai inguaiato. Ma Boselli, appunto, non lo sapeva: non sapeva niente di questi presunti accordi. Ed allora, col risultato di 1-1 ed il genoa in dieci per l’espulsione di Mesto, Ballardini lo manda in campo per concedergli una passerella: gli basta una manciata di minuti e, all’ultimo secondo di gioco, controlla e calcia in diagonale segnando il 2-1. Inutile, per il Genoa: ma con questo gol, la Sampdoria finì praticamente in Serie B.

SAMPDORIA-GENOA 0-3 (15/09/2013): per la prima volta, un derby di Genova finisce con tre reti di scarto per la squadra in trasferta. E a riuscirci è il Genoa, che alla terza giornata sconfisse i cugini con tre gol dei nuovi acquisti Antonini, Calaiò e Lodi. Fu un campionato abbastanza anonimo per entrambe, quell’anno, ma quella vittoria bastò per far festeggiare i genoani.

Leggi anche:  Giudice Sportivo Serie A: un turno a Perin e Bakayoko

SAMPDORIA-GENOA 0-3 (08/05/2016): è l’anniversario del gol di Boselli, e c’è di nuovo il derby della Lanterna. Risultato: vince ancora il Grifone, che a fine anno chiuse davanti al Doria. I gol arrivano dal super bomber Pavoletti e dallo spagnolo Suso, autore di una doppietta. Una grande giornata per i tifosi rossoblu, e quell’otto maggio continua a portar bene.

SAMPDORIA-GENOA 1-2 (22/07/2020): qualche mese fa, l’ultimo derby disputato, si giocò a porte chiuse. Il Genoa, però, pur senza il suo caloroso pubblico, aveva un disperato bisogno di vittoria per non subire la rimonta del Lecce e rischiare la retrocessione in B. Così come Boselli aveva spedito giù la Samp, i blucerchiati sperano di fare lo stesso: ma non ci riescono, perché Lukas Lerager segna il decisivo 1-2 a poco dalla fine su errore del polacco Bereszynski, rendendo vano il momentaneo pareggio di Gabbiadini. Il Genoa si salvò, e Claudio Ranieri perse il suo primo derby in carriera considerando tutti i club che ha allenato.

  •   
  •  
  •  
  •