Juventus-Dybala: “É anche superfluo parlare di contratti per questa persona”. La Joya è finita

Pubblicato il autore: Desiree Capozio Segui


La Juventus è questa: oggi sei l’idolo indiscusso di Torino, domani sei alle porte. La mentalità Juve è rigida, forte, certo non da tutti. A testimoniarlo sono vari giocatori che dai momenti difficili che hanno vissuto indossando la magli bianconera, sono rimasti molto più che scottati, quasi ustionati. Tra questi al momento sembra esserci Paulo Dybala. Schiacciato dalla presenza di Ronaldo e di un ritornato e ritrovato in forma più che mai Morata, per la Joya in questa Juventus sembra proprio non esserci più posto. Lento, quasi invisibile sul campo, lentamente Paulo Dybala sta scomparendo anche dal cuore dei tifosi, che a Torino si dicono stanchi di questa telenovela che assume sempre più i connotati di una tragedia greca. A confermare l’aria di rottura che si respira a Torino tra il club bianconero e l’argentino, oltre il mancato rinnovo di contratto, anche le parole di Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus, che in un’intervista esclusiva per IlBianconero.com afferma:

Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo

“Io credo sia superfluo parlare di contratti o di grandi contratti per questa persona. Io credo che sia giunto alla fine del suo rapporto con la Juve e credo che la Juve sia poco interessata a tenerlo ancora per altri anni. E poi c’è anche lui che ha questa poca voglia di riconquistare i tifosi e la società della Juventus. A volte sembra anche spaesato, avvilito, scontento. E credo che un Dybala così è giusto non tenerlo e fargli sicuramente un contratto da grandi milionari. Credo sia giusto anche venderlo e credo sia arrivato alla frutta con la Juventus”

  •   
  •  
  •  
  •