Ziliani: “Marotta scodinzola dietro Conte temendo le sue sbroccate. Gli chieda piuttosto…”

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello Segui

 

Nell’ 8.a giornata di Serie A l’Inter ha battuto in rimonta il Torino per 4-2 ma anche ieri Eriksen é rimasto in panchina per tutti i 90 minuti del match. Intanto prima del match contro i granata nel pre-partita l’a.d nerazzurro, Beppe Marotta, ai microfoni di Dazn ha “aperto” alla sua cessione. Ecco le sue dichiarazioni: “Non dobbiamo trattenere un giocatore se chiede di essere trasferito. Eriksen si sta comportando da vero professionista e su di lui verranno fatte le giuste valutazioni. Conte lo utilizzerà quando lo riterrà opportuno, come ha fatto fino ad ora. Fino ad adesso non abbiamo ricevuto richieste ma quando sarà il momento opportuno cercheremo di valutare bene la situazione”.

Eriksen resta in panchina anche contro il Torino, Ziliani scatenato su Twitter. Ecco le parole del giornalista de ‘Il Fatto Quotidiano’: “Due cose da dire a #Marotta. La prima è che non gliel’ha ordinato il medico di ingaggiare #Eriksen; la seconda è che scodinzolare in quel penoso modo dietro #AntonioConte, temendo le sue sbroccate, non è un bello spettacolo. Gli chieda piuttosto di guadagnarseli, quei 12 milioni”.

Ziliani dunque non perde occasione per criticare l’acquisto di Eriksen nello scorso gennaio e non risparmia una frecciatina ad Antonio Conte focalizzando l’attenzione sui suoi 12 milioni di stipendio. Ecco un altro tweet del giornalista contro lo stipendio del tecnico salentino: “Quindi l’Inter sta pagando 12 milioni un allenatore che chiede ai giocatori di essere belve fameliche. Non Burgnich e Facchetti, Mazzola e Corso, Zanetti e Cambiasso, Sneijder e Eto’o: no, iene. #AntonioConte”.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Florenzi nel mirino della Juventus: i bianconeri provano il colpo