Beppe Bergomi su Eriksen: “L’Inter l’anno scorso ha perso forse uno scudetto per provare a inserirlo. Al tifoso interista…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Dopo la vittoria ottenuta al San Siro contro il Bologna (3-1) nel decimo turno di campionato, l’Inter di Antonio Conte si prepara ad affrontare lo Shakhtar Donetsk in una sfida che deciderà il destino dei nerazurri in Champions League. L’Inter vista contro il Bologna è stata una squadra ‘tosta’, solida in difesa e che ha avuto sempre il pallino del gioco in mano, riuscendo a far esaltare le doti individuali dei propri calciatori. Unica nota stonata per i tifosi nerazzurri è stata quella dell’ennesimo ingresso di Eriksen in campo negli ultimi minuti del match, considerato come una sorta di umiliazione per il fantasista danese.

Beppe Bergomi su Eriksen: “Per mettere il trequartista ha anche perso molto da Lautaro”

L’opinionista e commentatore di Sky, Beppe Bergomi, è stato sempre molto scettico sulle potenzialità di Christian Eriksen all’interno delle dinamiche tecnico-tattiche dell’Inter di Conte. Lo stesso Bergomi, in Sky Calcio Club, ha dichiarato: “Al tifoso interista hanno presentato Eriksen come un campione, uno che doveva cambiare le sorti della squadra. E quindi non capisce. Anche su Gabigol, per 6 mesi la gente non capiva perché non giocasse. È la stessa cosa (…) L’Inter l’anno scorso ha perso tempo e ha perso forse uno scudetto per provare a inserire Eriksen. Per mettere il trequartista ha anche perso molto da Lautaro. Poi ha detto basta”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo
Tags: