Suarez caso politico, Paratici parlò anche con un ministro!

Pubblicato il autore: Marco Morgano Segui


MISTERO SUAREZ S’INFITTISCE E SPUNTA TELEFONATA CON MINISTRO DEI TRASPORTI
– Come ormai circola da giorni su molte testate giornalistiche, non solo sportive, il caso della trattativa per il tentato passaggio di Luis Suarez alla Juventus ha ripreso banco e spuntano inquietanti retroscena. Adesso la Juventus, nell’ambito delle indagini svolte dal magistrato Cantone, rischia davvero grosso (clicca qui per sapere cosa rischiano i bianconeri) e la situazione si trova in un punto critico dal momento che sempre più attori stanno finendo nel registro degli indagati. Tra gli ultimi, in ordine di tempo, e più altisonanti elementi giudiziale figura un’intercettazione telefonica tra il CFO bianconero Fabio Paratici e la Ministra Paola De Micheli, a capo del dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sua conterranea e cara amica d’infanzia.

Paratici Ministro De Micheli, i contatti con la politica

“Io ho ricevuto una telefonata da Fabio Paratici che conosco da molti anni, che è piacentino come me, che mi ha chiesto un’informazione non per l’esame di lingua” ha tenuto a precisare la De Micheli. Il ministro ha confermato di aver contattato il Ministero dell’Interno, Bruno Frattasi, solo perché non era a conoscenza della procedura specifica per far ottenere il passaporto italiano ad un cittadino straniero tirandosi, almeno con le dichiarazioni, al di fuori dall’occhio del ciclone.

Leggi anche:  Graziani contro l'eventuale cessione di Lautaro: "Se toccano quel tandem allora veramente si indebolisce l’Inter. L'anno prossimo..."

Il punto della situazione

Le accuse nei confronti della Juventus sono quelle di aver “preventivamente comunicato al giocatore i contenuti della prova, giungendo a predeterminare l’esito ed il punteggio dell’esame” per ottenere un vantaggio, sul piano dell’immagine, sia per il club di Agnelli che per l’Ateneo umbro. Mentre, finora, i progressi degli organi giudiziari hanno sospeso, per 8 mesi, la rettrice e il direttore dell’Università oltre a tutti i professori che esaminarono il calciatore. Inoltre sia il CFO juventino Fabio Paratici che lo storico avvocato Luigi Chiappero sono attualmente indagati per “false dichiarazioni al pm”.

  •   
  •  
  •  
  •