(VIDEO) Atalanta-Roma 2002/2003: “Ossigeno last minute”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo

Credere alla vittoria fino all’ultimo minuto di recupero è l’aspetto fondamentale se i tre punti sono la priorità: farlo in maniera spettacolare vale addirittura doppio (e contro una rivale storica). Atalanta-Roma è sempre stata una sfida particolare, dove la monotonia è praticamente assente indipendentemente dalla forza di entrambe. Un esempio: il match disputato a Bergamo 17 anni fa.

Vedere un progetto ambizioso andare in mille pezzi fa sempre male: passare da un promettente salto di qualità ad un calvario pieno zeppo di problemi. Siamo nel 2002/2003 e l’Atalanta è nel ben mezzo di una lotta complicata dove la paura di retrocedere è solo la punta dell’iceberg: la bella squadra di due anni fa è solo un lontano ricordo, il mercato non ha portato i frutti sperati, la discutibile ripartizione dei diritti tv, i debiti dovuti alle troppe spese della stagione scorsa e a disposizione di Vavassori c’è una rosa poco motivata e con lacune troppo evidenti. È una Dea che, nonostante la seconda parte di stagione fosse stata attorniata solo da tre sconfitte, i troppi pareggi la tennero lontana dalla salvezza.

Leggi anche:  Lecce, la decisione sull'attaccante è stata presa, il Milan però include il controriscatto

Ultima giornata di ritorno, l’Atalanta deve affrontare una Roma in piena crisi che sta a metà classifica. I tre punti sono obbligatori non solo per la salvezza, ma anche per dare tranquillità alla panchina del Vava, al di là che il suo oneroso contratto fino al 2005 sia cardine della sua  presenza alla corte nerazzurra. Parte la gara, e subito la strada si fa in salita, perché Francesco Totti dopo 9 minuti porta in vantaggio i giallorossi. L’Atalanta non si arrende e sigla il pareggio con Cristiano Doni: rimasto alla Dea dopo essere stato corteggiato addirittura dalla Juventus campione d’Italia. Nella ripresa, per cambiare volto alla partita, entra Tramezzani al posto di Bellini, e al 90′ tira una punizione che finisce alla spalle dell’ex Pelizzoli. La Curva Nord esplode di gioia: 2-1 per l’Atalanta. Una delle poche gioie di un campionato che vedrà l’inevitabile esonero di Vavassori dopo la sconfitta di Perugia. Finardi subentra, però tutto crolla: con tanto di calendario favorevole buttato all’aria e una retrocessione realizzata dopo lo spareggio contro la Reggina.

Leggi anche:  Calciomercato Milan: sembra arrivato il momento della stella di questo Mondiale

Link Video-Racconto Atalanta-Roma 2002/2003

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: