Ziliani su Conte: “Vuole che l’Inter sia come la Juve di Moggi. Impossibile schierarsi…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Nonostante il passo falso casalingo del Milan contro l’Atalanta, l’Inter non ne approfitta a Udine (pareggiando 0-0) e resta al secondo posto a meno due punti dai ‘rossoneri’. Nei minuti di recupero di Inter-Udinese, il tecnico nerazzurro Antonio Conte, è stato espulso per aver urlato all’arbitro Maresca: “Sei sempre tu Maresca… eh. Sei sempre tu, Maresca. Anche al Var, sei sempre tu. Bravo Maresca“. Dal canto suo, secondo quanto riportano i principali quotidiani sportivi, Maresca avrebbe detto ad Oriali: “Bisogna accettare il risultato del campo, anche quando non si vince“; scatenando la reazione dei nerazzurri. Questo episodio ha acceso l’attenzione del web e di alcuni giornalisti come Paolo Ziliani, che hanno espresso la loro opinione sull’accaduto.

Il parere di Ziliani sullo scontro Maresca-Conte

Il giornalista Paolo Ziliani, sul proprio profilo Twitter, ha espresso la sua opinione sullo scontro Maresca-Conte: “Impossibile schierarsi con uno dei due. #Conte è quello che vuole l’#Inter forte “fuori dal campo” perchè dopo una vita alla #Juve sa bene com’è il giro del fumo. In quanto a #Maresca, gli risponde come #Bettega a #Sacchi dopo la vergogna di Parma-Juve 2-2 (2002). Da avversario“.

Leggi anche:  Serie A, classifica marcatori: le squadre in gol con più cannonieri diversi

Lo stesso Ziliani poi, in risposta ad un commento di un utente che sottolineava la gravità delle parole (se confermate) di Maresca, ha aggiunto: “È vero, come ho detto dimostra di giocare da avversario dell’Inter (quindi a favore di chi?), ma Conte non vuole che gli arbitri siano neutrali, vuole che siano come sempre li ha conosciuti, a suo favore. E che l’Inter sia come la Juve di Moggi. E questo è evidente ed è penoso“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: