Ziliani su Conte: “Vuole che l’Inter sia come la Juve di Moggi. Impossibile schierarsi…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Nonostante il passo falso casalingo del Milan contro l’Atalanta, l’Inter non ne approfitta a Udine (pareggiando 0-0) e resta al secondo posto a meno due punti dai ‘rossoneri’. Nei minuti di recupero di Inter-Udinese, il tecnico nerazzurro Antonio Conte, è stato espulso per aver urlato all’arbitro Maresca: “Sei sempre tu Maresca… eh. Sei sempre tu, Maresca. Anche al Var, sei sempre tu. Bravo Maresca“. Dal canto suo, secondo quanto riportano i principali quotidiani sportivi, Maresca avrebbe detto ad Oriali: “Bisogna accettare il risultato del campo, anche quando non si vince“; scatenando la reazione dei nerazzurri. Questo episodio ha acceso l’attenzione del web e di alcuni giornalisti come Paolo Ziliani, che hanno espresso la loro opinione sull’accaduto.

Il parere di Ziliani sullo scontro Maresca-Conte

Il giornalista Paolo Ziliani, sul proprio profilo Twitter, ha espresso la sua opinione sullo scontro Maresca-Conte: “Impossibile schierarsi con uno dei due. #Conte è quello che vuole l’#Inter forte “fuori dal campo” perchè dopo una vita alla #Juve sa bene com’è il giro del fumo. In quanto a #Maresca, gli risponde come #Bettega a #Sacchi dopo la vergogna di Parma-Juve 2-2 (2002). Da avversario“.

Leggi anche:  Lazio, apprensione per Immobile. È caccia al sostituto: spunta l’idea Caputo.

Lo stesso Ziliani poi, in risposta ad un commento di un utente che sottolineava la gravità delle parole (se confermate) di Maresca, ha aggiunto: “È vero, come ho detto dimostra di giocare da avversario dell’Inter (quindi a favore di chi?), ma Conte non vuole che gli arbitri siano neutrali, vuole che siano come sempre li ha conosciuti, a suo favore. E che l’Inter sia come la Juve di Moggi. E questo è evidente ed è penoso“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: