Milan, esame di ‘Italiano’ per Pioli: l’obiettivo di oggi è vincere!

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui


Milan esame di ‘Italiano’ per Pioli, ben 28 i punti che dividono le due squadre. A fronte di ciò, la partita potrebbe essere scontata, ma non è così. Per evitare ogni rischio i rossoneri dovrebbero innescare immediatamente un fronte in attacco. Cosa deciderà il tecnico Stefano Pioli? Quest’ultimo vede superate numerose prove, dalle più banali a difficoltà estreme, ma questa è una sfida ‘di Italiano‘. I punti di Spezia – Milan si rivelano fortemente utili per la tranquillità dei rossoneri in vista del derby contro l’Inter. Con 28 punti di differenza (49 vs 21) lo Spezia si porta sulle spalle una sola vittoria, tre pareggi e sei sconfitte.

Esame di ‘Italiano’: il quarantesimo successo per Pioli?

Oggi alle 20:45 andrà in scena Spezia-Milan. Obiettivo Milan, scardinare gli schemi dello Spezia. Perchè no, potrebbe essere questa l’occasione per Stefano Pioni, tecnico del Milan, di portare a segno la quarantesima vittoria in panchina rossonera. Un’imbattibilità che prosegue da ben 17 turni per l’ A.C.Milan. Sappiamo che lo Spezia se la giocherà al massimo delle sue forze e Italiano metterà in campo un meccanismo che forse metterà in difficoltà Pioli. Italiano e il suo gruppo mettono in campo coraggio e organizzazione, sarà un punto di contatto tra lo Spezia e il Milan.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter Cagliari: Sanchez supera Lautaro?

Allo Spezia il ruolo di vittima?

Che ruolo ha lo Spezia in questo match? Il ruolo della vittima non fa per lei, anche se le carte potrebbero già rivelarci il finale. Un modulo utilizzato nella maggior parte dei match, quello di Vincenzo Italiano del (4-3-3) con una modalità di gioco moderna. Un modulo semplice ma che viene incontro a tutti i giocatori in formazione, un rischio o forse no. Questa sera potremmo trovare in campo una coppia tanto attesa, quella centrale di Erlic e Ismajli, visto che Chabot non ha portato profitto alla squadra. Non avremo Terzi il leader difensivo, causa la non disponibilità. Un centrocampo affidato al coordinamento di Ricci, pronto a muoversi per dare spazio ai due terzini. I titolari, secondo quanto riferito, dovrebbero essere Maggiore e Leo Sena.

  •   
  •  
  •  
  •