Trezeguet: “Juventus come una famiglia, la città ti permette di vivere tranquillo e sereno”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’ex attaccante della Juventus David Trezeguet ha partecipato a “To Talk”, un format dove viene permesso ai tifosi bianconeri di porre delle domande ai campioni che vestono e che hanno vestito la maglia del club torinese. Ecco un estratto delle dichiarazioni del bomber transalpino rilasciato in videoconferenza:

“Sono arrivato in una squadra molto competitiva, dove i titolari erano Del Piero e Inzaghi, una società dove i traguardi sono molto chiari dall’inizio: vincere, vincere sempre con continuità . Lo spogliatoio aveva giocatori di altissimo livello come Del Piero, Inzaghi e Zidane, gente che ha fatto una storia importante. Dopo ti ritrovi all’interno di una famiglia, è un’idea molto precisa della Juve, c’è un lato molto umano oltre quello calcistico. Spesso tanti campioni rimangono per molto tempo alla Juve perché sei in un posto importante, perché giochi per traguardi importanti.  Anche la città ti permette di vivere tranquillo e sereno, anche le famiglie. Prima della Juve mi avevano cercato sia la Lazio che la Roma. Io ho avuto dei personaggi di grande caratura che mi hanno spiegato cos’è la Juve: persone come Platini o Bettega. Deschamps, Zidane, Henry: tutti mi hanno spiegato cosa fosse la Juventus”.

DEL PIERO e CAMORANESI – “Io e Alessandro Del Piero, insieme, abbiamo fatto una storia unica. Siamo diventati la coppia più prolifica nella storia della Juventus. Questo è un traguardo molto importante per un giocatore straniero. Io in 10 anni ho conosciuto tutto della Juve, dai momenti belli a quelli più delicati, i cambiamenti . È stato un momento unico. Fuori dal campo stavo bene con Camoranesi: anche oggi continuiamo ad avere un rapporto stretto, abbiamo avuto una storia simile e condividiamo ancora moltissimo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Il motore (costante) della costruzione atalantina: i numeri di Malinovskyi nelle ultime 5 giornate