Caso Josip Ilicic? Un piccolo episodio gestito bene dal mister tra bastone e carota

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

“Ilicic? Lui deve star bene, non lo riproporrò più in quelle condizioni. Voglio vederlo allenarsi bene ed in maniera completa per riproporlo in campo”. Queste sono state le parole di Gian Piero Gasperini alla vigilia della sfida contro la Sampdoria quando si è trattato di parlare del numero 72 atalantino. Nonostante i fantasmi della situazione Papu ripiombino nel momento in cui qualcosa bolle in pentola a livello di umore, quella del fantasista è stata una situazione completamente diversa rispetto a quella dell’argentino. Un contesto all’insegna della normalità: tra un giocatore che riscontrava mancanza di stimoli (ingiustificata vista la posta in palio dell’Atalanta tra campionato e Champions) e un mister che usa saggiamente bastone e carota.

Lezione imparata (soprattutto a fatti) da Josip Ilicic – Nonostante il fantasista abbia un rapporto speciale con Gasperini, all’Atalanta il concetto tanto ambizioso quanto motivazionale vale per tutti, e se dimostri il contrario vai in panchina. Con il Real Madrid Josip ha peccato sotto questo aspetto, e se il mister di Grugliasco ha utilizzato la carota i primi mesi per farlo ritornare ai fasti dell’anno scorso, non ci ha pensato due volte ad usare il bastone. A Genova la lezione è stata recepita: Ilicic è ritornato ad essere quello di prima. L’ottima risoluzione di un piccolo episodio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 32.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN
Tags: