Ibrahimovic a Sanremo: “Lukaku è il benvenuto, è tutto ok”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Tra poche ore inizia Sanremo, la kermesse di musica italiana più conosciuta al mondo. Alla conduzione, come lo scorso anno, ci sarà Amadeus, affiancato da Fiorello. I due presentatori, noti tifosi interisti, hanno scelto come ospite fisso per tutte le puntate un loro “rivale” rossonero, ovvero Zlatan Ibrahimovic. Proprio oggi si è tenuta la conferenza stampa di Ibrahimovic a Sanremo, dove non sono mancati chiarimenti su quello che è successo con Lukaku e come vivrà il Festival.

Domenica scorsa si è infortunato in occasione di Roma-Milan. Un problema muscolare che gli ha impedito di finire quella partita e soprattutto che lo terrà fuori per almeno tre settimane. Quel problema fisico non sposterà i suoi piani sanremesi: “Il programma del Festival resta uguale, non cambia niente. Ho avuto un piccolo infortunio ma il programma del Festival non cambia. Posso fare tutti i movimenti, dipende da cosa mi chiederà di fare Amadeus“.

Leggi anche:  Superlega: "Rimodelleremo il progetto". Dietrofront delle squadre inglesi

Ibrahimovic a Sanremo, pace fatta con Lukaku?

Nella conferenza stampa tenuta dallo svedese a Sanremo non poteva certamente mancare il riferimento al litigio con Romelu Lukaku, attaccante dell’Inter. Il tutto è successo nel quarto di finale di Coppa Italia disputato a fine gennaio. Qui i due bomber delle loro squadre se ne sono dette di ogni colore, non a caso ora c’è un’indagine federale per capire cosa è successo. Incalzato dai giornalisti, però, Zlatan spegne ogni polemica e tende la mano verso il collega: “Pronto per l’incontro con Romelu? Non ci sono problemi personali, quello che succede in campo rimane in campo. Se vuole venire è il benvenuto“.

Zlatan onesto: “Non conosco il programma”

È un Ibrahimovic showman quello che si è presentato alla conferenza stampa del Festival di Sanremo. Lo svedese ha ammesso di non conoscere il programma e di essere tranquillo per il ruolo che gli è stato assegnato. Un mondo totalmente nuovo per Ibrahimovic: “Non è il mio mondo questo, ma non sono preoccupato. Se sbaglio nessuno mi può giudicare perché non è il mio mondo. Se faccio bene ancora meglio così ho un altro lavoro quando smetto! Sono carico, non so cosa mi aspetta ma sicuramente ci divertiamo“.

Leggi anche:  Format Superlega, ecco come funzionerà: due gironi da 10 squadre, si parte ad agosto?

Ovviamente uno come Ibra-cadabra non può non puntare a rompere ogni record. In questo caso è carico per infrangere ogni record di ascolti: “Tutti sanno che sono un professionista, so che c’è un motivo se Amadeus mi ha chiamato: vuole spaccare tutti i record. Così mi sono presentato. Mi ha detto solo: presentati, ci divertiamo. Se ho paura? Paura no, semmai sono un po’ nervoso. Non sono pauroso, credo nel destino e mi piace scoprire le cose. Se la mia famiglia sta bene sto bene io“.

Infine Ibrahimovic a Sanremo ha risposto alle domande sul suo cachet e su Berlusconi. In particolar modo gli è stato chiesto se Berlusconi gli avrebbe dato il permesso nel caso in cui fosse stato ancora presidente del Milan. Qui Zlatan ridendo risponde: “Berlusconi? Sono sicurto che mi avrebbe fatto venire a Sanremo, mi vuole troppo bene. Anche se mi ha mandato a Parigi. I cachet? I soldi non sono importanti, nel mio mondo non mi serve nulla. Faccio questa cosa con il cuore per far vedere a tutti che sono grato a quello che l’Italia ha fatto per me. I soldi che entrano li diamo in charity (beneficenza), non vi preoccupate“.

  •   
  •  
  •  
  •