Juventus-Lazio, ecco la Moviola: dubbi sul mani di Hoedt, rigore su Ramsey e le decisioni del Var

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Il big match e anticipo della ventiseiesima giornata di Serie A Juventus-Lazio è terminato 3 a 1 in favore della formazione allenata da Andrea Pirlo. I bianconeri hanno dovuto far a meno dell’uomo più importante: Cristiano Ronaldo, subentrato al 69′. Match in cui sono state fondamentali e hanno fatto molto discutere le scelte del direttore di gara, Davide Massa, e del VAR. Tantissimi gli episodi chiave: dal tocco con la mano di Hoedt fino al rigore causato da Milinkovic-Savic su Ramsey. Ecco di seguito la ricchissima MOVIOLA del match.

Juventus-Lazio: la moviola

80′ AMMONITO ACERBI – Trattenuta del difensore biancoceleste su Rabiot.

60′ RIGORE E GOAL JUVENTUS – Ramsey entra in area palla al piede e Milinkovic-Savic lo colpisce ingenuamente. Massa indica immediatamente il dischetto e il calciatore della Lazio sa di aver commesso il fallo e neanche protesta. Giusta la decisione di Massa. Dagli undici metri si presenta Alvaro Morata che non sbaglia e porta il risultato sul 3 a 1 bianconero.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Juventus streaming e diretta tv: Sky o DAZN?

57′ GOAL JUVENTUS – Goal che arriva sulla stessa azione dove i bianconeri hanno protestato per il calcio di rigore non dato ed è lo stesso Alvaro Morata a mettere in rete la palla del vantaggio bianconero.

56′ PROTESTE JUVE PER UN CALCIO DI RIGORE – Alvaro Morata va giù in area di rigore dopo una trattenuta di Marusic, ma per Massa è tutto regolare. Decisione giusta: entrambi i calciatori si trattengono reciprocamente.

45′ PROTESTE JUVE – Scintille nel finale di primo tempo: Milinkovic-Savic si allunga il pallone, Danilo lo anticipa e il centrocampista serbo gli pesta il piede. I calciatori bianconeri chiedono l’ammonizione ma Massa fischia la fine del primo tempo e non estrae il giallo. L’ammonizione era sacrosanta.

25′ TOCCO DI MANO DI HOEDT – Un episodio che fa discutere: Chiesa controlla il pallone e dopo una scivolata di Acerbi il pallone termina sul braccio largo di Hoedt. I bianconeri protestano vivamente, ma Massa è vicino all’azione e lascia proseguire il gioco. Silent check del Var che conferma la decisione del direttore di gara e decide di non richiamarlo. Stupisce tutti la decisione del Var, visto che il braccio era largo e il tocco di mano è evidente.

  •   
  •  
  •  
  •