Toro, una vittoria che vale oro

Pubblicato il autore: Beatrice Andreello Segui

1983-2021.
Non succedeva dal 1983.
38 anni dall’ultima partita, peraltro Derby, in cui il Toro riuscì a ribaltare, a 20′ dalla fine, un risultato che ormai sembrava lontano, dallo 0-2 iniziale al 3-2 finale. Esattamente come è successo nella partita di recupero del club granata della 24esima giornata di campionato, contro il Sassuolo. È sembrato di rivedere la stessa grande Squadra: a 20′ minuti dalla fine, con il punteggio sotto di 2 gol messi a segno da Berardi nel primo tempo, il Toro riesce a compiere l’impresa. Grazie ad un gol di Mandragora, recente new entry nei granata, e alla doppietta di Simone Zaza, il Torino è riuscito a vincere la prima gara casalinga di questa stagione. Non vinceva in casa da luglio 2020, e in trasferta ha racimolato solamente 3 vittorie con Genoa, Cagliari e Parma. “Siamo una grande squadra – dichiara Zaza a fine partita – ma il nostro problema è mentale. Non riusciamo a reagire alle difficoltà che ci si presentano. La vittoria di oggi ci ha dato la spinta e la grinta di cui avevamo bisogno. Abbiamo giocato come una <Squadra> e adesso l’importante è rialzarci e vincere le prossime gare”.
Oltre all’attaccante, anche il mister Nicola ha dedicato un pensiero alla squadra: “Abbiamo le qualità, non dobbiamo fare altro che metterle in campo. Buttando il cuore oltre l’ostacolo”.Una grande e fondamentale dimostrazione di grinta, coraggio e fiducia. Il Toro è una grande squadra, ma manca l’equilibrio interno, e i tifosi sperano di riuscire a trovarlo al più presto.

Leggi anche:  Inter, un importante recupero per il Real Madrid: Inzaghi sorride
  •   
  •  
  •  
  •