Cristiano Ronaldo, Mauro: “CR7 è una macchina da soldi, meglio separarsi da lui”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Cristiano Ronaldo
continua ad essere criticato. Dopo le accuse subite in seguito all’eliminazione dalla Champions, arrivano delle pesanti nuove critiche. Questa volta a parlare è Massimo Mauro, ex giocatore, attualmente dirigente sportivo. Mauro, ex centrocampista, ha giocato 5 anni alla Juventus. Le sue parole alla Gazzetta dello Sport su Cristiano Ronaldo stanno facendo il giro del mondo.

Cristiano Ronaldo, Mauro: “Non sarà mai un leader”

Massimo Mauro ci è andato giù duramente con CR7. Secondo l’ex bianconero, il vero problema di Ronaldo è l’individualismo, privo di ogni senso di leadership: CR7 non è mai stato un leader dove ha giocato e non lo sarà mai. È un business, la sua fatturazione è più importante di quella della Juventus. È semplicemente così, non è che prima era un leader tipo Maradona e ora è cambiato. Cristiano non trascina i compagni, Cristiano vuole che i suoi compagni gli diano la palla per segnare gol. Un grande individualista, non un uomo di squadra”. 

Ma Ronaldo resta una grande giocatore in campo, dove ha fatto sempre bene: “Ha fatto bene dal punto di vista personale, ha sempre segnato. Da questo punto di vista non gli si può dire nulla. Per quanto riguarda i risultati sportivi, la Juve non ha fatto meglio con lui. Per questo è meglio separarsi, per entrambi. Ronaldo potrà iniziare una nuova tappa altrove, la Juve eviterà un enorme ostacolo finanziario”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 35.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN