La pagelle di Sconcerti sulla stagione: “Inter e Milan campionato straordinario. La Juventus ha perso la Champions, non una novità. Il Napoli…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Durante la trasmissione di TMW Radio “Maracanà”, Mario Sconcerti ha dato i voti a tutte le squadre della Serie A nel suo personalissimo ‘pagellone’: “Dò due 9 a Inter e Milan. Perché il Milan era una squadra discretamente inferiore all’Inter ed è stata in testa per metà campionato e ha ottenuto un risultato che nessuno era in grado di dargli. L’Inter è stata la più forte e merita il 9. Tutte e due hanno fatto uno straordinario campionato. Stesso voto ai tecnici. 8 l’ho dato al Sassuolo e allo Spezia, perché hanno fatto partite di livello. Uno con una squadra di ragazzi intelligenti, scelti e messi insieme con cura. Berardi ha fatto il campionato migliore e ci penserei due volte prima di tenerlo fuori dalla Nazionale, anche se è avanti Chiesa. E poi lo Spezia invece si è nettamente salvato, con una rosa sconfinata ma sconosciuta a questi livelli. E ha vinto con un proprio gioco. Darei un 6.5 alla Juventus, che è un 7 per la stagione, visto che ha vinto di più fuori dal campionato. ha perso la Champions, ma non è una novità, ma ha fatto quello che doveva fare. 6.5 all’Atalanta, perché ha chiuso male perdendo Coppa Italia e secondo posto. Era una delle squadre più pronte, anche Gasperini dovrà riflettere su questa stagione. Forse è stato troppo tranciante in alcuni giudizi, vedi Gomez e Ilicic. Dò 5.5 al Napoli, che ha perso la Supercoppa e arriva quinta. Meriterebbe il 6 per il gioco e per i tanti punti che ha fatto. Se avesse giocato subito con la Juve invece che recuperare dopo lo scontro con la Juventus, quel punto lo avrebbe guadagnato. 5- alla Lazio, che aveva molto per fare di più e non c’è riuscita. La Roma merita 5, era nettamente inferiore alla Lazio e ha fatto un campionato simile. Dò 7 alla Sampdoria, 7.5 al Verona, che spesso ha giocato sprazzi di partita bellissimi. 7 al Genoa per una squadra inventata, piena di prestiti, gestita bene da Ballardini. Bologna squadra molto giovane e promettente, ha giocato senza il centravanti ma ha trovato un Palacio determinante. Dò 5 alla Fiorentina, che ha fatto più di quello che poteva. Era una brutta squadra. 6 all‘Udinese, poteva fare di più. 4.5 per il Torino, che meriterebbe anche meno. Era una squadra importante e rinforzata a gennaio, con un Belotti che forse andrà via. 4.5 al Cagliari, come il Torino. 5 al Benevento, che ha fatto un girone d’andata da 8 ma un ritorno da meno di 4. Dò 6 al Crotone, che non è arrivato ultimo, ha fatto un campionato con una presenza simpatica. Una splendida perdente ma la sua presenza si è sentita. Dò 5 al Parma, che ha avuto una stagione molto pallida. Ha sbagliato l’allenatore dall’inizio, Liverani ottimo ma con un gioco che non si adattava alla squadra“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Inter: quale sarà il futuro di Stefano Sensi?