Sconcerti, duro attacco a Suning: “Vogliono solo vendere l’Inter”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Sconcerti
Il giornalista sportivo Mario Sconcerti ha parlato così della situazione burrascosa in casa nerazzurra tra le pagine de Il Corriere della Sera: Era chiaro si sarebbe arrivati a questo, come è chiaro adesso che siamo solo all’inizio. La realtà è che l’Inter è stata ipotecata a garanzia di un prestito di 275 milioni. Zhang non mette più soldi, non è in grado di farlo. Si è data la colpa al capitalismo di stato cinese dimenticando che la Cina ha salvato gli Zhang comprando a quasi due miliardi il 23 per cento della loro azienda madre alla deriva. La mia convinzione è che Zhang non stia asciugando l’Inter per salvarla, ma per venderla meglio. Sta lottando per la sua plusvalenza“.

Sconcerti continua: L’Inter naviga adesso senza proprietà, non può che autogestirsi, quindi fare vittime, perché autogestirsi significa camminare accanto a un debito di 926 milioni totali. Chi rischia di più non è l’Inter, sono gli Zhang. Se non rimborsano il prestito perdono l’Inter a un terzo del valore. tifosi hanno avuto uno scudetto meritato ma conquistato su debiti incongrui e stipendi non pagati. Nessuno, proprio nessuno, adesso ha più diritti. Resta una consolazione amara: l’Inter è un’avanguardia, altre grandi società avranno problemi simili. La Juve sta scegliendo il proprio allenatore dopo aver aspettato le decisioni degli altri. Si rinnova look e anima eliminando Paratici, l’uomo del mercato e dello scandaloso caso Suarez. Ma sarà difficile per chiunque pagarsi i debiti con il mercato perché il valore dei giocatori è caduto oltre i limiti. È come aver perso il 50% in borsa, rimane per tutti solo metà patrimonio”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Inter: quale sarà il futuro di Stefano Sensi?
Tags: