Juve-Milan, Allegri e Pioli se la giocano: spettacolo allo Stadium assicurato

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Juve Milan
Siamo giunti agli sgoccioli della 4° giornata di Serie A tra Juve e Milan, questa sera all’Allianz di Torino alle ore 20.45. Allo Stadium va in scena un match fondamentale per entrambe le parti nonostante le differenze in classifica. Ma quali sono i dubbi de due tecnici? Allegri ha un solo dubbio su Chiesa, mentre Pioli dovrà fare i conti con diverse assenze nella squadra. I bianconeri procedono dopo la sconfitta con il Napoli con il morale basso, ma l’obiettivo sarà rialzarsi questa sera. Il Milan ha un solo desiderio, procedere con la serie di vittorie consecutive.

Juve-Milan, evitare il baratro

Un match per due grandi squadre alla ricerca dell’ovvia vittoria. E’ innegabile che la Juventus abbia bisogno di vincere per avvicinarsi sempre più alle prime posizioni, buone notizie sulla rosa a disposizione. Il Milan giunge a Torino con 8 punti in più, ma non sarà per questo il favorito, mancanze nella rosa potrebbero mettere in difficoltà il team. L’obiettivo sarà non cadere nel baratro!

Leggi anche:  Calendario 10° giornata Serie A: quali partite su Sky e Dazn?

Dopo la sconfitta con il Liverpool i rossoneri hanno bisogno di prendere coscienza e crescere, per affrontare l’imminente match. Max Allegri in conferenza ha le idee chiare: mettere un po’ di pressione al Milan. La frase chiave: “È una delle partite più importanti se non la più importante. Serve una bella prestazione perché abbiamo solo un punto, dando seguito alla Champions. Già da un anno e mezzo giocano molto bene, con autorevolezza e sicurezze. Giocano insieme da quasi tre anni, hanno certezze importanti. Noi stiamo crescendo, negli ultimi giorni siamo stati tutti insieme. Ma la partita di domani è più importante per loro che per noi”.

Probabili formazioni

Juve (4-2-3-1): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Locatelli; Cuadrado, Dybala, Rabiot; Morata. Allenatore: Allegri.
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Rugani, Bonucci, De Sciglio, Pellegrini, McKennie, Ramsey, Kulusevski, Bernardeschi, Chiesa, Kean.

Leggi anche:  Furto delle bici degli azzurri iridati. La rabbia di Filippo Ganna

Milan (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao; Rebic. Allenatore: Pioli.
A disposizione: Tatarusanu, Conti, Jungdal, Kjaer, Gabbia, Kalulu, Ballo-Touré, Kalulu, Bennacer, Pellegri, Castillejo, Maldini.

ARBITRO: Doveri di Roma.

ASSISTENTI: Carbone-Vivenzi.

IV UOMO: Rapuano.

VAR: Di Paolo.

ASS. VAR: Peretti.

  •   
  •  
  •  
  •