L’Inter riparte: 3-1 alla Cremonese e sorpasso sul Milan prima del Derby

Pubblicato il autore: Christian La Pira

Dopo la brusca frenata all’Olimpico di Roma dove è arrivata la prima sconfitta stagionale, l’Inter riparte forte battendo 3-1 la Cremonese di Alvini e superando nuovamente il Milan in classifica, stoppato sullo 0-0 al Mapei Stadium di Sassuolo due ore prima del match di San Siro. Nerazzurri adesso a quota 9 punti, rossoneri subito dietro a 8 punti, e sabato è già Derby della Madonnina. In testa momentaneamente la Roma di Josè Mourinho a quota 10 punti dopo la bella vittoria di stasera per 3-0 in casa contro il Monza.

Bastoni e Lautaro in panchina, primo gol in ripartenza

Inzaghi sorprende tutti nelle scelte di formazione iniziale, schierando Di Marco come terzo di difesa, Darmian esterno sinistro alto, Bastoni in panchina e in attacco la coppia Correa-Dzeko. La Cremonese si presenta a San Siro con un atteggiamento per nulla intimidito e a tratti spregiudicato in avanti, dando però in questo modo il fianco scoperto per i contropiedi letali della squadra di Inzaghi. Al 12′ minuto i nerazzurri vanno già in vantaggio: ripartenza feroce nata da un angolo della Cremonese, con Barella che serve Dzeko in area di rigore bravo a calciare di prima ma che si vede respinto da Radu, Correa raccoglie a porta vuota e manda la palla oltre la linea.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, parla Maldini: "Ecco chi vuole compare il Milan"

Eurogol di Barella, ma la Cremonese non si intimidisce

Il gol del raddoppio, arrivato dopo un paio di nitide occasioni degli ospiti per il pari, è un gioiello di Barella: Chalanoglu dal vertice sinistro sventaglia una palla morbida al limite dell’area dove Barella si coordina e calcia al volo perfettamente mandando la sfera dritta all’angolo opposto: San Siro in visibilio. Gli ospiti per nulla demotivati dal doppio svantaggio continuano ad attaccare senza particolari problemi e più volte vanno vicini ad accorciare il risultato.

Gol di un devastante Lautaro, Okereke rete alla Insigne

Chiude la partita uno strepitoso Lautaro Martinez, che pochi minuti dopo il suo ingresso in campo al posto di Correa (leggermente infortunato, seguiranno esami), si invola corpo a corpo con un avversario verso Radu su splendido passaggio rasoterra di Barella, riesce a resistere all’attacco del difensore rossogrigio e di sinistro rasoterra preciso a incrociare manda la palla in fondo alla rete. San Siro acclama il suo nuovo idolo, Lautaro ringrazia salutando ogni singolo tifoso con la mano alzata verso il cielo. A pochi minuti dalla fine, Okereke sigla il gol della bandiera con uno splendido tiro a giro. Finisce 3-1 per l’Inter, e ora la squadra di Simone Inzaghi può guardare al Derby con un po più di ottimismo rispetto a 3 giorni fa.

  •   
  •  
  •  
  •