L’Inter non vince né convince: esonero per Inzaghi?

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


Dopo la vittoria contro il Napoli, l’Inter sembrava essere rientrata nella corsa scudetto. Il pareggio di sabato contro il Monza, però, ha riportato la tifoseria neroazzurra alla triste realtà: l’Inter è una squadra fragile e senza certezze. E proprio questa mancanza di certezze è imputabile, in parte a Simone Inzaghi che nelle ultime ore ha visto i bookmakers ridurre la quota del suo esonero dopo una vittoria, sì, ma arrivata solo allo scadere dei minuti supplementari. Già a fine settembre il tecnico neroazzurro era stato a rischio dopo un mese di risultati a dir poco scadenti.

Inzaghi: esonero in vista?

La realtà ha presentato il conto all’Inter: anche il Parma, squadra attualmente sesta in Serie B, è riuscito a segnare ai neroazzurri. La difesa della squadra di Inzaghi è una delle peggiori della massima serie ed è uno dei molti problemi della squadra. Inzaghi non è riuscito a trasmettere un gioco preciso, tantomeno un’identità, e questo potrebbe portare all’esonero del ct. L’ingaggio di Inzaghi è di 5 milioni, cifra che l’Inter dovrebbe garantirgli per un’altra stagione e questo lascia molto da pensare ai dirigenti neroazzurri. Il problema, poi, sarebbe trovare un sostituto. A oggi di allenatori liberi ce ne sono molto pochi, soprattutto allenatori che prenderebbero subito l’Inter. Tuchel e Zidane sarebbero i principali nomi ma hanno ingaggi altissimi e difficilmente accetterebbero la situazione in cui versa l’Inter.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Inter-Milan: ecco il derby di Milano