Del Piero sentenzia duramente: "Sbagliato decidere adesso" e sul suo futuro alla Juve: "Non dico sì o no"


Del Piero nonostante l'addio alla Juventus nel 2012, quindi ben 11 anni fa, continua a essere un punto di riferimento importante per il mondo bianconero. I tifosi della Vecchia Signora sognano ancora un suo ritorno, magari al capo della società, dando nuovamente lustro al club dopo l'ultima stagione che ha gettato non poche polemiche, con vicende giudiziarie che stanno minando la sua credibilità sportiva. Proprio su questo l'ex Capitano della Juventus ha parlato recentemente ai microfoni di "CBS Golazo". Cosa ha dichiarato Pinturicchio e perché le sue parole hanno fatto scalpore?

Del Piero senza giri di parole: "Tutti odiano la Juventus"

Dopo l'attività da calciatore, Alex ha intrapreso una proficua carriera da opinionista televisivo, essendo molto ricercato dalle tantissime televisioni sportive del nostro Paese e anche oltre oceano. Proprio dall'altra parte del mondo ha parlato Del Piero, in una serata dedicata ai Quarti di finale di Champions League. Chiaramente non poteva mancare il riferimento alla vicenda giudiziaria che ha colpito la Juventus, con i 15 punti di penalizzazione che hanno cambiato nettamente la classifica di Serie A e che, secondo molti, ben presto potrebbero essere restituiti, portando non poche polemiche. Su tale aspetto la bandiera della Vecchia Signora ha dichiarato: "Ci sono delle grandi possibilità che vengano ridati indietro i 15 punti, ma quello che conta di più sono le altre due cose che devono accadere alla fine della stagione".

Leggi anche:  Trapani-Cavese, streaming gratis e diretta TV in chiaro? Dove vedere Poule Scudetto Serie D

Del Piero, però, non si è fermato qui e con un inglese invidiabile ha affermato: "Ok, tutti odiano la Juve, questa è la prima cosa da sapere per comprendere al meglio la situazione. Ma è vero che in questo momento particolare non puoi prendere questa decisione, durante la stagione. Questo è il mio rammarico. Dovresti andare avanti, fare quello che devi, e se qualcuno ha commesso degli errori, nella stagione successiva deciderai cosa fare. Penalizzare con questi 15 punti a metà del torneo, poi magari darne indietro 10, chi lo sa, è un qualcosa che non va bene nemmeno per le altre squadre. Penso a chi è secondo in classifica adesso. Se dovessero essere ridati i punti alla Juve, allora sarebbe la Juve al secondo posto. Quindi è una specie di montagna russa di emozioni e per questo credo che Allegri e la squadra stiano facendo qualcosa di molto importante".

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Torino-Milan: le scelte di Juric e Pioli

Nuovamente futuro alla Juventus? "Il mio cuore è lì"

Infine non poteva mancare una domanda sul suo futuro. Da mesi ormai circolano voci su un possibile incarico da Presidente o Vice Presidente. Per Del Piero sarebbe il giusto riconoscimento, essendo colui che meglio di altri riesce a trasmettere e diffondere la vera essenza bianconera. Dalla sua risposta, si capisce chiaramente che qualcosa bolle in pentola: "Ci sono tante voci ogni volta che torno allo Stadium, non sono qui per dire sì o no perché è una cosa enorme, ma il mio cuore è ancora lì...". "Guardo sempre tutto quello che riguarda la Juve da un punto di vista diverso - ha aggiunto - cercando di mettere da parte l'emotività anche se è dura. Non credo che puoi pensare un ruolo solo per te stesso ma costruire un team perché ci sono tante cose da fare in un club".

Leggi anche:  Siracusa-La Fenice, streaming gratis e diretta TV in chiaro? Dove vedere finale playoff Serie D

E per chiudere: "Sono stato tifoso della Juve prima ancora di giocarci, ho trascorso poi lì 19 anni, ho attraversato la crisi del 2006 e c'è voluto tempo per ricostruire, ci sono voluti sei anni per tornare a vincere".